Ucciso prima di Inter-Napoli, indagine sull’auto che ha travolto Daniele Belardinelli

Daniele Belardinelli

Si stanno concentrando su una sola auto, una Renault Kadjar nera, gli accertamenti in corso con la formula dell’incidente probatorio nell’inchiesta della Procura di Milano sugli scontri tra ultras del 26 dicembre prima di Inter- Napoli e, in particolare, nella tranche aperta per omicidio volontario per arrivare ad individuare quale macchina della ‘carovanà dei tifosi napoletani abbia investito Daniele Belardinelli, poi morto in ospedale.

Da quanto si è saputo, nelle analisi in corso tra ieri ed oggi degli esperti nominati dal gip Guido Salvini sono state ‘scartatè le altre 5 auto sequestrate e gli approfondimenti stanno riguardando una macchina (a bordo c’erano 4 persone), quella che potrebbe aver travolto l’ultrà. L’auto, stando ai rilievi effettuati alla presenza dei consulenti delle difese, presenterebbe segni compatibili con l’investimento. La relazione finale, con analisi genetiche, «dovrebbe essere depositata a giugno nell’inchiesta della Digos, coordinata dall’aggiunto Letizia Mannella e dai pm Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri.