“Vattimm a ‘sti sbirr'”, padre di un fermato incita la folla contro i poliziotti

Blitz anti mafia 104 arresti
Blitz anti mafia 104 arresti

Sono accusati di resistenza e minacce a pubblico ufficiale Salvatore Pellecchia e suo padre Silvestro che ieri si sono resi protagonisti di un’aggressione ai danni degli agenti di Polizia “rei” di aver fermato il giovane 21enne per un controllo mentre si trovava in sella ad uno scooter in compagnia di un amico. Il ragazzo ha tentato più volte di divincolarsi dalla presa degli agenti, il padre ha invece riunito un gruppetto di persone e ha provato ad aizzarle contro i poliziotti.

L’episodio – come riportato da Il Mattino – è avvenuto ieri nel quartiere Sanità dove sono in corso controlli serrati da parte delle forze dell’ordine. Il giovane era stato fermato poiché senza casco, così come il passeggero. Quando gli agenti hanno cercato di accompagnare il giovane al commissariato, poiché senza patente e altri documenti, è intervenuto il padre che, con un nutrito gruppo di persone, iniziando a inveire contro i poliziotti con offese e minacce. Entrambi i denunciati sono considerati vicini al clan Sequino.