Villaricca. Dissesto finanziario del Comune, le reazioni del sindaco e dei consiglieri

dissesto comunale villaricca

Adesso è ufficiale: il Consiglio comunale di Villaricca ha votato il dissesto finanziario. Il provvedimento, come avevamo annunciato, è passato all’unanimità da parte di maggioranza ed opposizione. Adesso il prossimo passo è l’arrivo del commissario che governerà l’Ente sotto l’aspetto economico.

LE REAZIONI DELLA POLITICA

LA MAGGIORANZA

“Non ho piacere a dichiarare il dissesto ma è l’unica strada, se fosse stata sancita la fine dell’ente ce ne saremmo andati a casa. Invece è necessario che ci sia una classe politica che tiene alle sorti del paese e non un commissario. Abbiamo fatto un’operazione ‘verità’ con coraggio. Quest’amministrazione ha lavorato bene consegnando le opere pubbliche e riorganizzando il personale. – conclude il sindaco Maria Rosaria Punzo – Se questa è l’opposizione costruttiva li invito a dare spazio ad altri, vogliono accusarci con le chiacchiere a vanvera”.

Il consigliere di ApertaMente Francesco Maisto guarda al futuro: “Dobbiamo far fronte ad una cifra alta di crediti non esigibili. Nei prossimi anni esiste un pericolo in vista delle previsioni d’incasso, infatti, dal 2018 dovremo essere bravi a prevedere entrate del 30/40% sulla scorta del passato. Al momento del nostro insediamento avremmo dovuto dichiarare il dissesto, invece abbiamo tentato di evitarlo con il piano di riequilibrio. Oggi è stato sancito uno spartiacque, da domani dovremo essere bravi nella gestione”.

L’OPPOSIZIONE

Il consigliere Raffaele Cacciapuoti di Liberi e Forti si sofferma sulle condizioni dell’ente “Dobbiamo smetterla di trovare i colpevoli, bensì soluzioni. Il dissesto è frutto di un deficit strutturale: abbiamo una scarsa capacità di riscossione, crisi di liquidità, rigidità della spesa corrente. L’ente soffre di una struttura deficitaria che non gli consente di far fronte agli istituti della salvaguardia degli equilibri di bilancio ai debiti fuori bilancio. Da oggi andiamo incontro ad una fase nuova fatta di aumento delle tasse e di restringimento della spesa: la nuova sfida per il futuro è lo sviluppo del paese”.

“I Revisori ci dicono che la spesa è fuori controllo. Quest’amministrazione ha provato con il piano di riequilibrio, ma da subito sono emerse delle perplessità che faceva presagire ad un immediato dissesto – ha commentato Rosario Albano, il consigliere del Movimento Cinque Stelle – Abbiamo votato favorevole un atto per coerenza e responsabilità. I Revisori al loro insediamento hanno fatto emergere gravi incongruenze nell’aspetto finanziario. Sembra che questo dissesto sia una benedizione per i cittadini, mentre è stata messa un’ipoteca sul futuro dei cittadini”.

IL VIDEO DELLA APPROVAZIONE