Villaricca, terremoto in giunta: si dimettono vicesindaco e 2 assessori

villaricca giunta mastrantuono sindaco punzo vicesindaco assessori ciccarelli cacciapuoti
Terremoto nella giunta Punzo
Francesco Mastrantuono, Rocco Ciccarelli e Antonio Cacciapuoti hanno abbandonato la giunta di Maria Rosaria Punzo. Il vicesindaco e gli assessori hanno rassegnato le loro dimissioni al sindaco di Villaricca. I titolari delle deleghe dello Sviluppo e della Tutela Ambientale hanno attaccato duramente l’amministrazione del sindaco del Pd: “Alla base della nostra scelta, hanno dichiarato congiuntamente i due assessori, vi è una profonda divergenza su alcuni aspetti politici e programmatici. Il nostro impegno, caratterizzato da diverse iniziative progettuali, non ha trovato quella necessaria valorizzazione nell’ambito della Giunta comunale del Sindaco, Maria Rosaria Punzo. Tra i temi al centro della nostra agenda politica, la riqualificazione delle periferie e di tutte le aree più in sofferenza della città, questioni che restano al centro del nostro impegno e della nostra attività politica che sarà sempre e comunque a supporto dei cittadini e della nostra città“.

Il vicesindaco Mastrantuono ha abbandonato l’esecutivo per motivi diversi rispetto ai colleghi Ciccarelli e Cacciapuoti: “Nella giornata di ieri ho consegnato le mie dimissioni al Sindaco. È stata una scelta sofferta ma altrettanto convinta. Lascio l’amministrazione comunale dopo poco più di 4 anni, dove ho dato anima e corpo alla mia città e ho contribuito a far raggiungere risultati storici tra cui mi preme ricordare:  definizione del contenzioso con “eredi Finelli” – suolo scuola Rodari (pendente da oltre in ventennio);approvazione del preliminare di PUC (atteso da 19 anni); istituzione delle commissioni condono (attese da circa 10 anni). Ringrazio tutte le persone che ho incontrato lungo questo percorso e in particolare i consiglieri comunali Michele Cimmino e Filomena Berto che non mi hanno mai fatto mancare il loro sostegno politico e personale. Il mio impegno per Villaricca, indipendentemente da cariche o incarichi, resta immutato“.