[Video] Vittorio Sgarbi salvato dalla figlia, ha rischiato di annegare

Vittorio Sgarbi salvato dalla figlia in Albania [Foto d'archivio]
Vittorio Sgarbi salvato dalla figlia in Albania [Foto d'archivio]

Sono stati momenti di paura quelli che ha vissuto Vittorio Sgarbi nel pomeriggio di ieri. Il critico era in una spiaggia del litorale di Pala, nel sud dell’Albania, ospite del resort “Green Cost”, dove ha quasi rischiato di annegare. A divulgare la notizia sono stati proprio i collaboratori di Sgarbi, spiegando che quest’ultimo è stato sorpreso dalla forze delle onde, scomparendo improvvisamente tra i flutti. È riemerso soltanto poco dopo, annaspando vistosamente. A prestargli i primi soccorsi sono stati la figlia Alba ed un bagnino del resort, che con non poco fatica hanno riportato Sbarbi sulla riva. Insieme al critico era presente anche il sindaco di Valona, il medico Dritan Leli.

Dall’ufficio stampa sono state diffuse anche delle immagini, in cui appare Sgarbi mentre si immerge da solo in mare. La figlia lo richiama e lo prega di tornare indietro. Bastano solo diverse ondate violente e poco tempo, per far sì che la ragazza e gli addetti della struttura debbano intervenire.

Quella volta che Sgarbi litigò pesantemente con Mughini in diretta (articolo del 25 luglio del 2019)

Una scena quasi ‘imbarazzante’, quella andata in onda ieri sera a Stasera Italia Estate su Rete 4, in diretta. Quando in studio si stava parlando dell’assenza del Ministro dell’Interno Matteo Salvini in Parlamento per testimoniare sul Russia Gate, Mughini esordisce e spiega che «C’è un’indagine in corso». Parole non condivise da Vittorio Sgarbi, seduto affianco a lui in quel momento: “Questa non è un’indagine, è un crimine! è un crimine. Magistratura corrotta, corrotta e corrotta!”.

«È imbarazzante averlo accanto. Questo termine appartiene a te e gradirei che tu non mi rompa i cogl**ni», ha esclamato Mughini. A quel punto regna l’imbarazzo in studio, con Sgarbi che risponde a tono “Sei una testa di ca**o. È imbarazzante parlare con questa testa di caz**. Non lasciare perdere! Sei una m***a!”. Ne seguono degli spintoni, fino a quando la regia non stacca la l’inquadratura e la lite viene sedata. Il pubblico, ovviamente, ha lasciato intendere di non aver apprezzato quella scena, già rivista in passato con Alessandra Mussolini durante il programma La Pupa e il Secchione.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK