Ferito dallo ‘scoppio’ di un petardo, 16enne grave al Vecchio Pellegrini.

Sono 8 le persone che sono rimaste ferite tra Napoli e provincia dalle esplosioni avvenute nella notte per celebrare l’arrivo del nuovo anno. Il dato di otto i feriti dai botti registrati quest’anno nel Napoletano, tre nel capoluogo e cinque nell’hinterland, fa segnare il dato più basso mai registrato. Lo scorso anno, infatti, i feriti erano stati 48.

Tra i più giovani ad essere feriti c’è un 16enne ricoverato nella notte al Vecchio Pellegrini. Il ragazzo, che verrà operato, è rimasto ferito ad una mano e all’occhio dopo lo scoppio di un petardo. Su quanto accaduto sta indagando la polizia.

Non solo il 16enne al Pellegrini. Tragedia di Capodanno a Giugliano, donna colpita da un proiettile al volto mentre getta la spazzatura

Tragedia di capodanno a Giugliano, donna finisce al Cardarelli dopo essere stata colpita da un proiettile vagante mentre gettava la spazzatura.

I fatti sono avvenuti in via Madonna delle grazie, zona periferica di Giugliano. Come riportato dalla giornalista Marilena Natale la donna di circa 50 anni è giunta all’ospedale Cardarelli con un proiettile conficcato nel naso, scoperto dopo una Tac. È stata colpita mentre stava gettando la spazzatura. Immediata la corsa all’ospedale di Giugliano dove è arrivata in codice rosso, poi trasferita al Cardarelli per un’operazione urgente. Indagini in corso per risalire all’autore degli spari.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.