25 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

QUALIANO: CONSIGLIO COMUNALE SENZA COLPI DI SCENA. APPROVATI I DEBITI


«Il Comune di Qualiano versa in una grave situazione economica». Questo è emerso dall’assise consiliare riunitasi oggi (ieri ndr) al Municipio. All’ordine del giorno vengono posti i debiti fuori bilancio, contratti nel tempo dalle vecchie amministrazioni. Volti tesi tra i banchi della maggioranza, ma si percepisce la consapevolezza di avere la compattezza dalla loro. Dalla minoranza arrivano segnali di sfida. Affilano le armi e si preparano a contestare punto per punto le argomentazioni prodotte dall’assessore al bilancio Raffaele De Leonardis. Grandi assenti si rivelano Michele Schiano Di Visconti e Mario Cacciapuoti, mentre il resto dell’opposizione si presenta unita. Si comincia con la presa d’atto del passaggio del consigliere Nicola Licciardiello nelle fila del Partito Italia dei Valori, facente capo all’ex magistrato di mani pulite Antonio Di Pietro.
Si entra subito nel vivo con la descrizione dei debiti fuori bilancio. La relazione è affidata allo stesso assessore De Leonardis, il quale si affanna a spiegare il perché della contrazione di tali debiti ed il motivi per il quale vanno riconosciuti e posti nel bilancio. Essi si aggirano su di una cifra pari a circa un milione di euro, ma in seduta se ne dovranno riconoscere solo circa 300mila, in quanto sono stati esaminati e posti all’ordine del giorno solo i debiti per i quali vi è la sentenza esecutiva. L’opposizione, nella persona del capogruppo di Forza Italia, Giovanni Palma, difende l’operato della vecchia amministrazione e punta il dito su difetti procedurali poste in essere dai dipendenti comunali e dai dirigenti stessi. Dopo una breve discussione si approva l’argomento debiti fuori bilancio con una maggioranza piena, nella minoranza emerge il voto a favore di Giovanni Palma (Fi) e l’astensione di Salvatore Onofaro (An), contrari il resto dei consiglieri di minoranza. Viene presentato anche il nuovo segretario Franco Natale, il quale sostituisce Botta giunto alla fine del proprio mandato.
La discussione si accende quando il neo assessore De Leonardis spiega i problemi economici del Comune di Qualiano e senza mezzi termini impone di stringere la cinghia all’amministrazione ed al personale, dichiarando la non liquidità delle casse comunali e indicando come scarto debitorio una cifra pari a quindici milioni di euro. Il sindaco, con un breve intervento, ostenta calma e tranquillità e dichiara di andare avanti con consapevolezza dei propri mezzi e con la sicurezza di riuscire a sanare tali debiti. Insorge Giovanni Palma, sempre più leader di una minoranza combattiva e per niente rassegnata, chiedendo di volere conoscere nel dettaglio il conteggio di questi passivi e annuncia di dimettersi dall’incarico di consigliere comunale se il debito risultasse realmente pari a quella cifra. Incita, però, alle dimissioni anche i consiglieri e gli assessori facenti parte dell’attuale amministrazione e di quella passata, in quanto accusati di concorso di colpa nella cattiva gestione economica dei fondi comunali, che ha creato un tale buco nel bilancio.
Si è passato subito, al progetto sulla video-sorveglianza, approvato all’unanimità con immediata esecuzione. Se ne è occupato il sindaco in persona, annunciando il posizionamento della videocamera in Piazza Rosselli, mentre le rimanenti, direttamente controllate dalla Questura, in punti strategici della cittadina qualianese.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi

La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria