GIUGLIANO. D’ALTERIO (UDEUR): «SI AL BILANCIO PER COMUNE RESPONSABILITÀ»

Giugliano

«E’ sin troppo facile togliere il sostegno a Tagliatatela in questa fase, noi voteremo a favore del bilancio perché riteniamo opportuno portare a termine dei compiti che abbiamo assunto con la città». Nicola D’Alterio, segretario cittadino dell’Udeur, anticipa i contenuti della conferenza stampa convocata per mercoledì mattina alle ore 9 presso la sala arancione del giornale locale “AbbìAbbè”, in via Quattro Giornate. Il massimo rappresentante dei popolari giuglianesi, ha deciso, di concerto con il direttivo, di uscire dall’ambiguità delle ultime settimane e rendere note le ragioni della propria favorevolezza al bilancio. «Siamo consapevoli che si tratta di uno schema varato da tecnici ed estraneo ad ogni orientamento politico, siamo altresì convinti che tale bilancio comporterà un aggravio di spesa per i cittadini, ma allo stesso tempo – dice – siamo convinti che esistono delle priorità rispetto alle quali abbiamo la responsabilità di andare avanti». L’allusione è ai due traguardi principali verso i quali è orientata l’attività dell’Udeur sul territorio: «Sappiamo tutti quale sforzo stia profondendo il consigliere regionale Maisto per accelerare i tempi e portare a Giugliano il Tribunale. Ma, l’impegno dell’Onorevole – prosegue – è mirato anche a monitorare il rispetto degli emendamenti al nuovo decreto legge sui rifiuti, e a far sì che vengano rispettati gli impegni a non individuare mai più sversatoi sul nostro territorio». Durante la conferenza di mercoledì mattina, l’Udeur potrebbe anche rendere ufficiale la scelta di rifiutare, laddove ve ne fosse proposta, qualunque assessorato nell’ambito della costituente neo giunta. «Proporrò al direttivo – conferma D’Alterio – di non accettare alcuna poltrona, proprio perché non si dica che avremo votato a favore del bilancio per una questione di interessi. Il nostro unico interesse – ribadisce – è quello di concretizzare alcuni obiettivi fondamentali posti dal nostro partito, e condivisi dal programma di governo di Francesco Taglialatela».