“A Mugnano spesso l’inquilino non paga l’acqua” l’opposizione chiede un consiglio monotematico

bollette acqua

A Mugnano spesso l’inquilino non paga l’acqua ed il proprietario subisce le ingiunzioni di pagamento di Comune o Soget. Ciò accade perché il regolamento del servizio idrico non consente all’inquilino di stipulare il contratto di fornitura idrica con il Comune. Spesso l’inquilino non ha nulla da perdere e per il proprietario al danno (pigioni non riscosse) grazie al Comune si aggiunge la beffa (acqua da pagare per consumi non suoi). Ciò espone il Comune ai ricorsi del giudice ordinario ed a condanne alle spese legali.

Dopo anni di commissioni consiliari andate a vuoto nelle quali l’opposizione ha cercato di far modificare il regolamento del servizio idrico, dopo che la maggioranza si è sempre dichiarata intenzionata a modificare il regolamento ma non ha mai fatto nulla di concreto per modificarlo, dopo che l’’opposizione e una parte della divisa maggioranza hanno presentato varie proposte per compensare o prevenire l’eventuale minor gettito per il Comune che potrebbe derivare da tale modifica regolamentare, vedendosele tutte respinte con motivazioni pretestuose, venerdì cinque luglio, a nome della minoranza consiliare è stata presentata una richiesta di convocazione di consiglio comunale monotematico sull’argomento affinchè i cittadini sappiano quali consiglieri si battono per modificare il regolamento e chi rema conto o è troppo pavido per avere una posizione netta.

Comunicato dei consiglieri d’opposizione consiliare di Mugnano.