Abbandonato dal papà, cresciuto da nonno Luigi. La storia di Acerra commuove gli italiani

C'è Posta per Te nonno Luigi

Nell’ultima puntata di “C’è Posta per Te” è andata in onda la storia di Gianmarco, un giovane napoletano che è arrivato in studio accompagnato da suo nonno Luigi. Una storia commovente ambientata ad Acerra. Il ragazzo quando aveva 8 anni è stato abbandonato dal padre che un giorno è uscito e non è mai più tornato. “Io non ho mai smesso di aspettarlo“, ha raccontato Gianmarco che dopo aver parlato con la madre ha capito che non sarebbe mai più tornato. Lo vedeva ogni tanto, il padre lo andava a prendere e poi lo riportava a casa dalla madre e dal nonno. Dopo due anni il padre non si è mai più fatto vedere e Gianmarco è stato cresciuto da sua madre e da suo nonno Luigi.

Il postino di “C’è Posta per Te” è arrivato ad Acerra per invitare il padre di Gianmarco. Il padre ha ammesso i suoi errori e ha detto che è pronto a ricucire i rapporti con il figlio assumendosi finalmente le responsabilità di un genitore. Il vero protagonista della puntata è stato nonno Luigi che ha scelto di partecipare, nonostante le innumerevoli divergenze con Ciro, per il bene di suo nipote: “Se sono qui è per Gianmarco, tuo figlio, anzi, mio figlio. Io sono il padre, tu sei il padre biologico. Io sono stato al suo fianco, io ho condiviso con lui gioie e dolori e tu invece assente, assente, eternamente assente“. Poi ha ribadito più volte: “I figli sono pezzi di cuore, Gianmarco è un ragazzo stupendo che vuole dare amore, io sono qui con grande sacrificio perché lui vuole riallacciare con te il rapporto. Conoscendoti bene so che deluderai un altra volta il mio Gianmarco, ma mi auguro di sbagliarmi“. Il signor Ciro dice di aver capito e la puntata si conclude con un nuovo inizio per Gianmarco che proverà a rivivere un rapporto normale con suo padre. Dopo la puntata in tantissimi hanno commentato il video sulla pagina di “C’é Posta per Te”, complimentandosi con nonno Luigi, il personaggio buono di questa puntata. “Sei un grande uomo“, “Onore a nonno Luigi“, “Questo è un nonno meraviglioso“, “I figli sono di chi se li cresce, Luigi è il vero padre di Gianmarco“, queste e tante altre attestazioni di stima da parte del pubblico per il nonno.