Ancora lacrime a Giugliano, Salvatore morto al Cardarelli: prima negativo poi positivo dopo il ricovero in Oncologia

La città di Giugliano piange Salvatore Mauriello, deceduto ieri mattina presso l’ospedale Cardarelli di Napoli.
Salvatore, affetto da neoplasia alla vescica, il tre novembre scorso, si reca presso il pronto soccorso del nosocomio napoletano per una emorragia urinaria.
Dopo alcune ore trascorse in triage, arriva l’esito del tampone che è negativo ed i sanitari dispongono il ricovero presso il reparto di oncologia.
Salvatore e la famiglia restano in contatto telefonico. Alla moglie riferiva che non gli veniva praticata nessuna terapia ma soltanto di essere stato sottoposto solo ad esami diagnostici.
Il giorno diciannove, Salvatore viene invitato a lasciare la stanza che occupava perché l’ambiente diveva essere santificato. Contestualmente era sottoposto ad un nuovo tampone, al quale però è risultato positivo.
Non viene disposto il suo trasferimento ma resta nello stesso reparto, ma a distanza di poche ore ( ieri mattina ) una inaspettata telefonata da parte dei sanitari in casa Mauriello, comunica il suo decesso.
Pur affranti dal dolore, i familiari sono determinati a fare chiarezza su questo misterioso decesso ed hanno richiesto l’acquisizione della cartella clinica.