Armi e droga nel rione della Vanella Grassi e della Masseria Cardone: scatta il sequestro

Ieri pomeriggio,  gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Scampia, in  servizio di controllo del territorio, teso alla prevenzione ed alla repressione dei reati in genere con  particolare  riguardo al dilagante fenomeno criminale dello spaccio di droga, hanno effettuato dei mirati controlli in via Cupa Santa Cesarea, dove  esiste un lotto di case popolari, terreno operativo delle consorterie criminali della Vannella Grassi e della Masseria Cardone.

Con perizia sostenuta dall’esperienza professionale, i poliziotti hanno effettuato verifiche nel fabbricato nr. 1, e,  interpretando  le nuove strategie operative dei soggetti avvezzi allo spaccio di droga, hanno controllato gli spazi comuni del fabbricato rinvenendo,  occultato in una borsa da uomo di similpelle nera,  abilmente celata sul tetto della cabina ascensore tra le carrucole e l’impianto elettrico,   una pistola a tamburo marca Taurus con matricola abrasa,  rifornita di 5 cartucce, 1 pistola semiautomatica Berretta,  con caricatore rifornito di 6 cartucce, 36 cartucce calibro 9 e 5 cartucce calibro 357  magnum marca GFL; inoltre, in  una busta di cellophane trasparente sigillata,  della sostanza polverosa  bianca, 4 bilancini elettronici di precisione, una nastratrice per sigillare buste di plastica e nastro adesivo, materiali idonei al confezionamento di dosi di droga.

La sostanza bianca, esaminata nei laboratori di polizia scientifica è risultata essere cocaina  per un peso complessivo di circa 90 grammi. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato a carico di ignoti  e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’operazione è stata coordinata dal commissario di Scampia Bruno Mandato.