Bollettino freccia: che cosa è e dove pagarlo

bollettino freccia

Il bollettino freccia è un tipo di bollettino bancario predisposto da un cliente dell’istituto di credito ed inviato già precompilato al soggetto debitore. Si tratta, quindi, di un metodo di pagamento simile al bollettino postale, che viene utilizzato principalmente dagli enti e dalle aziende per riscuotere le somme delle bollette oppure delle spese condominiali, delle utenze, delle quote di iscrizione, degli abbonamenti ad un servizio.

Generalmente, il bollettino freccia, viene preferito dalle aziende che riscuotono somme in modo ricorrente, derivanti da contratti continuativi. Il vantaggio del bollettino freccia è dato dal tempo ridotto dell’accredito della somma versata dal debitore sul conto del creditore e dalla tempestività di ottenere dettagli sugli esiti di pagamento. Anche il debitore, però, è agevolato rispetto ad un bollettino tradizionale, poiché il bollettino freccia è già precompilato e consente di non sbagliare nella compilazione. Inoltre, esso costituisce una valida alternativa al RID bancario, cioè l’addebito diretto sul conto corrente che si utilizza, ad esempio, in caso di domiciliazione delle bollette relative alle utenze.

Come pagare un bollettino freccia

Il funzionamento di questo tipo di bollettino è semplice: il creditore invia il bollettino già precompilato, in tutte le sue parti, al debitore. Quest’ultimo, può effettuare il pagamento recandosi presso qualsiasi sportello bancario di qualsiasi banca. Il pagamento può avvenire in contanti, oppure, se la banca è la stessa del creditore, direttamente con addebito in conto corrente. Al termine dell’operazione, la banca che ha ricevuto il pagamento invierà alla banca del creditore un avviso elettronico di avvenuto pagamento. Ogni banca può applicare una tariffa variabile per questo servizio, che oscilla tra i circa due euro fino a cinque euro o più.

Tuttavia, recarsi in banca non è l’unica soluzione per pagare il bollettino freccia. È possibile utilizzare i servizi di home banking del proprio istituto di credito, se attivi. Basta accedere alla propria area personale, oppure effettuare l’iscrizione, e ricercare la voce per i pagamenti. A questo punto, bisogna individuare la voce concernente i bollettini freccia ed inserire i dati richiesti per confermare il pagamento. Generalmente, questo tipo di operazione, può essere effettuata solo dai titolari di conto corrente. Un’altra opzione è quella di utilizzare altri servizi online accreditati che permettono di effettuare il pagamento utilizzando una carta, senza dover avere per forza un conto. A differenza di un bollettino tradizionale, i servizi che offrono in rete la possibilità di pagare un bollettino freccia sono più rari, poiché necessitano una comunicazione con il circuito bancario. Proprio per questa sua peculiarità, non è possibile nemmeno pagare il bollettino freccia presso un ufficio postale, o presso la maggioranza delle ricevitorie.

Differenza tra bollettino freccia e MAV

Il bollettino freccia potrebbe essere confuso con il bollettino MAV, ovvero il Pagamento Mediante Avviso. Tuttavia, vi sono delle differenze: il MAV può essere pagato anche negli uffici Poste Italiane, ed è gratuito se pagato presso una banca. Inoltre, esso è dotato di codice univoco identificativo. Invece, il bollettino freccia, oltre a poter essere pagato solo tramite circuito bancario, deve essere stampato dal soggetto creditore, che deve anche tenere la contabilità e la gestione dei pagamenti.