Bonus da 600 euro, carabinieri scoprono truffa a Frattamaggiore

Truffa sul bonus da 600 euro

Bonus da 600 euro, carabinieri scoprono truffa a Frattamaggiore. Ha provato ad incassare l’indennità per lavoratori autonomi prevista dai recenti decreti emanati durante l’emergenza coronavirus e per farlo ha falsificato carta di identità e tessera sanitaria.
A finire nei guai, denunciato dai Carabinieri della stazione di Frattamaggiore, un 40enne incensurato di origini pakistane. Si è presentato in ufficio postale e ha esibito una carta di identità e una tessera sanitaria palesemente contraffatte sulle quali aveva incollato una sua foto. La dipendente che ha accolto il 40enne e la sua domanda di sussidio si è insospettita e temporeggiando ha allertato i carabinieri. L’uomo, al quale sono stati sequestrati i documenti, dovrà rispondere di tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsità materiale commessa dal privato.

“Pagamento dei 600 euro”, l’annuncio del Ministro al Tg1

“Arriva il pagamento dei 600 euro”, l’annuncio del Ministro al Tg1. Il decreto rilancio “è stato bollinato” dalla Ragioneria generale dello Stato. Le risorse saranno immediatamente utilizzabili” come l’indennità per oltre 4 milioni di autonomi. Questo all’annuncio del Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri al Tg1. “Ci sarà il pagamento diretto dei 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi e collaboratori che li hanno già avuti. Questo avverrà nell’arco di due-tre giorni al massimo”, ha spiegato il titolare del dicastero economico. Tra le altre misure Gualteri, oltre ai 600 euro, ha ricordato anche il bonus baby sitter o per i centri estivi per i bambini. A giugno i contributi a fondo perduto per le imprese, tra gli interventi del Decreto Legge.

Partita Iva e bonus 600 euro: ampliata la platea dei beneficiari

Buone notizie per i lavoratori con partita Iva: il famoso e tanto atteso bonus 600 euro andrà anche ai professionisti. Gli eterni dimenticati.  Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia, ha spiegato che il Ministero del Lavoro con il Mef starebbe preparando il decreto attuativo che permetterebbe alle casse previdenziali private di poter erogare il bonus 600 euro già nei prossimi giorni, ma anche la rata successiva di 1.000 euro.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook