Covid, scopone clandestino scoperto nel Napoletano. I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, insieme a quelli del Reggimento Campania, del Nucleo Cinofili di Sarno e della Stazione Forestale di Castellammare di Stabia, hanno effettuato un servizio coordinato di controllo straordinario del territorio. Controlli disposti dal Comando Provinciale di Napoli nei comuni di Torre Annunziata, San Giuseppe Vesuviano, Pompei e Boscoreale.

Nella cittadina di Boscoreale, i carabinieri hanno sanzionato 10 persone. Tutte non conviventi e provenienti da comuni differenti, dunque un doppia violazione. Uomini sorpresi a giocare a carte in una taverna privata, impegnati in un torneo di Scopone.
Altre 26 sanzionate poiché controllate in violazione delle prescrizioni imposte, senza i
prescritti dispositivi di protezione individuale. Altri ancora in assembramento e fuori dei
comuni di residenza senza giustificato motivo.

Covid, la tombolata abusiva

Lo scorso 8 dicembre, a Napoli, si verificò un episodio analogo. Tombolata clandestina sospesa a Napoli. In tempo di covid, si erano riunite in un appartamento per giocare a tombola. Le tradizioni natalizie sono dure da ‘contrastare’ anche in tempi di pandemia, ma gli agenti del commissariato Dante di Napoli hanno fatto ugualmente incursione nell’abitazione. Contravvenendo alle norme anti covid, infatti, le otto donne si sono messe anche contro le norme vigenti, “vincendo” una sanzione di 400 euro ciascuno.

Gli agenti del Commissariato Dante e dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un’abitazione di via del Formale per una segnalazione di schiamazzi provenienti da un’abitazione.

I poliziotti, una volta entrati nell’appartamento, hanno sorpreso otto napoletane tra i  43 e i 77 anni, di cui quattro con precedenti di polizia, che stavano giocando a tombola e le hanno sanzionate per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.