Campi Flegrei a rischio esplosione: lo studio shock

L’area dei Campi Flegrei è tra le più osservate al mondo dagli studiosi di vulcanologia. Il bradisismo che è tornato a mostrare i propri effetti negli ultimi anni ha messo in allarme gli studiosi che hanno approfondito le analisi su dati e deformazioni del terreno. In particolare è l’area di via Pisciarelli a preoccupare maggiormente gli studiosi che, proprio in quest’area, ravvisano un alto rischio per la sicurezza delle persone. Negli ultimi 15 anni si è intensificata l’attività sotterranea e “una possibile esplosione” è tra le ipotesi individuate. La pozza di fango attiva sarebbe bloccata da depositi franosi e “uno shock sismico energetico potrebbe causare fenomeni di rottura di grossi massi lungo le faglie principali, innescando eventi esplosivi”. I risultati dello studio si apprendono dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno.

A firmare l’allarmante scenario è un gruppo di vulcanologi di Ingv autori dello studio «Volcano-Tectonic Setting of the Pisciarelli Fumarole Field, Campi Flegrei Caldera, Southern Italy: Insights Into Fluid Circulation Patterns and Hazard Scenarios»pubblicato su Agu Advanging earth and space science.


Campi flegrei: lo scenario da brividi

«I risultati dell’indagine multidisciplinare — spiegano i vulcanologi — forniscono nuovi elementi di conoscenza sulle strutture attive in questo settore della caldera Campi Flegrei, che sono di fondamentale importanza per la previsione di futuri e hanno già sperimentato eruzioni freatiche e idrotermali». Secondo gli studiosi, «sebbene il monitoraggio dell’area Pisciarelli da parte del sistema di sorveglianza Ingv-Ov sia intensivo, gli scenari evolutivi proposti indicano che sono necessari studi sulla «caratterizzazione vulcanico-tettonica dei sistemi idrotermali per far luce sulla loro evoluzione che, recentemente, in diversi casi in tutto il mondo, si è rapidamente evoluta in fenomeni eruttivi provocando perdite umane». Il gruppo di lavoro è composto da Roberto Isaia, Maria Giulia Di Giuseppe, Jacopo Natale, Francesco D’Assisi Tramparulo, Antonio Troiano e Stefano Vitale.

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.