Cavani al Napoli e il biglietto aereo fantasma, oggi finisce il sogno

A Napoli qualcuno si aspetta ancora l’arrivo di Edinson Cavani, qualcuno ci spera davvero. Ma è praticamente impossibile. L’ex azzurro pensa soltanto al PSG, è appena tornato e vuole rimettersi al pari con i compagni. Lo dimostra anche il suo ultimo post su Instagram, un video che lo ritrae alle prese con l’allenamento in palestra. Con la pettorina dei parigini ben in vista. Altro che Napoli.

Il falso biglietto aereo di Cavani

Biglietto aereo di Cavani? Arrivo imminente a Napoli? Pare che la suggestione sia davvero “solo” una suggestione. Non c’è nulla di vero, anzi… qualcosa di vero c’è. Forse. Air France avrebbe lamentato delle interferenze della privacy dei passeggeri, dato che parecchi “smanettoni” del web hanno provato a capirci qualcosa sul volo che avrebbe dovuto portare Cavani a Napoli. Leggete queste due righe:

“State attenti che allertata dal sottoscritto sul casino mediatico, Air France fara’ azione di risarcimento x danno di immagine a tutela della privacy dei passeggeri e per procurato allarme mediatico e di sicurezza del volo”. Lo ha pubblicato su Facebook il giornalista di Pianeta Napoli, Luigi Giordano.

Chiariello chiarisce su Cavani

Umberto Chiariello, giornalista di Campania Sport, su twitter è tornato a parlare di Edinson Cavani, sogno proibito di tutti i tifosi del Napoli. Secondo il giornalista, la società ha provato a riportare alle pendici del Vesuvio il centravanti, contattando il giocatore e sondando la sua disponibilità. Tuttavia, in assenza di una cessione remunerativa, il club ha dovuto abbandonare il sogno di regalare ad Ancelotti un centravanti di caratura internazionale. Secondo Chiariello il Napoli non può permettersi un’operazione così dispendiosa senza un’uscita altrettanto ricca. Ecco il post del giornalista:

A tutti coloro che mi tempestano in privato per sapere di Cavani, nonostante avessi detto chiaramente che non intendevo parlarne, devo dare la brutta notizia che definitivamente Cavani non verrà. Rimarremo probabilmente così come siamo (forse un portiere in entrata). Dopo l’apertura di venerdì scorso di Luigi De Laurentiis, siamo passati dal “prepara i contratti” a ieri quando il Napoli ha liberato il giocatore comunicando di non essere riuscito a liberare spazio salariale né risorse con uscite importanti che venerdì sembravano vicine. A chi dice che non c’è stato nulla per Cavani e che era solo una fantasia giornalistica, non date retta. Il Napoli ci ha provato ma non c’è riuscito perché non può aumentare di 16 milioni il monte ingaggi oltre che trovare almeno 45 milioni per l’acquisto senza fare cessioni. Tra le funzioni del giornalista ci sono quelle di cronista. Se io so per certo di contatti per Cavani (un mese fa), poi di ricontatto (martedì), avvicinamento totale (venerdì) e chiusura (ieri),lo riporto. Non ho fatto commenti. Ora che volete da me? Io mi sento al di sopra di ogni sospetto per quanto ho desiderato fortissimamente Cavani e l’ho scritto pure pubblicamente al Presidente (che ha letto). Ma senza l’uscita di Mertens (che adoro) o perlomeno di Callejon non è pensabile l’arrivo del Matador. Va capito. Forza Milik.”