13.5 C
Napoli
giovedì, Dicembre 2, 2021
- Pubblicità -

Napoli. “Gli hanno scippato il telefono”, chiama il papà poliziotto e fa arrestare il ladro


Ieri pomeriggio un agente dell’Ufficio Prevenzione Generale è stato contattato telefonicamente dal figlio, il quale, poco prima, aveva assistito al furto di un cellulare da parte di un uomo ai danni di una ragazza in corso Umberto I.

Il poliziotto, con il supporto di una volante, ha raggiunto e bloccato l’uomo in via Milano trovandolo in possesso del cellulare appena rubato.

Giuseppe Lauria, 47enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per furto con destrezza.

«Mi presti il cell per telefonare?», poi scappa: arrestato in provincia di Napoli

Rapina aggravata. Con questa accusa è finito in carcere V. S., indiziato di aver sottratto con le minacce un cellulare IPhone ad un 19enne lo scorso 14 settembre a Castellammare di Stabia.

La vittima si trovava con la fidanzata per le strade del centro cittadino quando fu avvicinata da un giovane sconosciuto il quale, con fare minaccioso, intimava di consegnargli il telefonino, del valore di 500 euro, per effettuare una telefonata. Successivamente, la richiesta di fornirgli anche il codice di sblocco, brandendo un casco e minacciando ancora una volta la vittima di colpirlo alla testa. Poi il malvivente fuggì con il telefonino. Alla scena avevano assistito altri due ragazzi che provarono a contattare le forze dell’ordine ma il rapinatore minacciò anche loro.  La vittima denuncia, il giorno successivo, l’accaduto alla Polizia e così, dopo le indagini, gli agenti del Commissariato stabiese sono riusciti ad individuare il reo.

Il giovane a cui era stato sottratto il telefonino riuscì poi a rintracciarlo, scoprendo che il rapinatore si trovava nei pressi di un bar in corso Garibaldi. Giunto lì, dopo aver avvisato le forze dell’ordine, riuscì a recuperare l’IPhone, che nel frattempo il rapinatore, accortosi di essere stato scoperto, lasciò nelle mani di un ragazzo che era all esterno del bar.  Allorquando la vittima si allontanò con il suo cellulare, incrociò nuovamente il rapinatore, minacciandola ancora una volta.

Grazie alle testimonianze raccolte, ai filmati della videosorveglianza e ai pedinamenti, i poliziotti hanno individuato il rapinatore che, tra l’altro, era sottoposto già ai domiciliari per rapina e lesioni aggravate commesse sempre a Castellammare di Stabia lo scorso giugno.  Per lui ora si sono aperte le porte del carcere.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Natale, tempo di regali: quali gadget aziendali scegliere

L’arrivo delle feste natalizie impone anche alle aziende di mettersi in cerca di regali da distribuire ai fornitori, ai...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria