Clima pazzo a Napoli, prima la tempesta poi il caldo ed l’umidità

Stanotte sul cielo di Napoli e della provincia si è scatenata una tempesta di tuoni e fulmini. Tanti cittadini sono stati svegliati nel cuore della notte dai fragore della bomba d’acqua, che si è abbattuta nella notte. Secondo il Meteo.it le temperature giornaliere si attesteranno sui 26 gradi di media, mentre il grado di umidità di 80°.

Gli allagamenti dovuti al nubifragio di questa notte non risparmia neppure i cantieri aperti in città. In piazza Garibaldi i lavori al nuovo manto stradale, che si inseriscono in un complessivo lavori di riqualificazione dell’area, stamattina procedono a rilento a causa dell’invasione d’acqua nel tratto stradale ancora da asfaltare. I bobcat procedono a rilento e i direttori dei lavori insieme agli operai stanno tentando di trovare una soluzione che consenta in ogni caso di effettuare gli interventi e non accumulare ritardi sulla tabella di marcia.

In via Montagna Spaccata-via Cinthia l’ingresso della bretella stradale è bloccata per allagamento. In via Stadera, nel quartiere di Poggioreale, un mezzo dell’Asia, per la raccolta dei rifiuti, è bloccato nel sottopasso. Tombini saltati in via Bartolo Longo. Sprofondamenti si registrano in varie zone della città, tra cui via Cupa Spinelli, via Salvator Rosa all’altezza del Museo, via Cupa Gerolamini.

Disagi si sono verificati anche nel quartiere Ponticelli, dove è caduto un albero che ha ostruito il fondo stradale in via Argine. E’ caduta la parte superiore di una palma nella villa comunale in corso Italia a Villaricca: sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale del comandante Luigi Verde. Fortunatamente non si sono verificati altri danni poichè la struttura è chiusa nella notte