Conte ‘riapre’ l’Italia per lunedì: “Basta autocertificazioni”

Stasera Giuseppe Conte è tornato a parlare all’Italia in merito alle nuove misure della Fase 2. Il Primo Ministro ha illustrato il nuovo corso che si aprirà lunedì 18 maggio: “Fare rispettare regole distanziamento nelle attività economiche e sociali. Con le Regioni abbiamo siglato protocolli specifici. Stiamo affrontando un rischio calcolato, la curva epidemiologico potrebbe tornare a salire. Da lunedì spostamenti in Regione senza limitazioni, via alle autocertificazioni. Riprendono incontri con amici, vietato solo per chi è positivo al virus. Riprono negozi, servizi per la cura della persona, ristornati, bar, pub a condizioni che le regioni accertano sia sotto controllo curva epidemiologica. Riaprono lidi e chiese. Rispettare le misure anticontagio nei protocolli. Riprende calcio, musei. Dal 25 maggio palestre e centri sportivi. Da 15 giugno riaprono teatri e cinema“.

Resta il divieto di assemblamenti nei luoghi pubblici. Bisogna rispettare la distanza di un metro e indossare la mascherina al chiuso o all’aperto in strade affollate dove c’è impossibilità delle distanze. Spostamenti interrogionali limitati fino al 3 giugno. Se i dati sono incoraggianti, torneremo a muoverci senza limitazioni. Dal 3 giugno spostamenti in area europea, no quarantena a chi viene dall’esterno. Servirà cautela e attenzione” ha chiarito Conte.

Conte annuncia le 4 date delle riaperture di tutte le attività in Italia