Sono in crescita le feste ‘abusive’ scoperte tra Napoli e provincia dall’inizio del nuovo anno. Le restrizioni covid iniziano ad essere bypassate e gli interventi delle forze dell’ordine diventano ormai sempre più frequenti. La scorsa notte, una festa con bel 57 persone è stata scoperta dalla polizia di Torre Annunziata.

Gli agenti del commissariato locale stavano eseguendo un servizio di controllo del territorio. Transitando su via Vittorio Veneto hanno udito urla, risa e musica ad alto volume provenienti da un ristorante. Entrati, hanno constatato che il locale era addobbato con palloncini, i tavoli erano pronti per il buffet e anch’essi decorati con candele e festoni. Gli agenti hanno anche rinvenuto una consolle per la musica. Una vera e propria festa, come nulla fosse in fatto di restrizioni anti-Covid. Si trattava del compleanno di un 43enne.

Gli operatori hanno quindi identificato 57 persone, tra invitati e organizzatori, alcuni dei quali con pregiudizi di polizia. Tutti i presenti hanno ricevuto una multa per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

Inoltre, uno degli invitati, un 44enne di Macerata Campania, Denunciato, inoltre, un 44enne di Macerata Campania, tra gli invitati, per aver violato la misura dell’avviso orale aggravato dal divieto di possedere o utilizzare apparati di comunicazione radiotrasmittente, cui è sottoposto, perché trovato in possesso di un cellulare. Sanzionato il proprietario del locale per inottemperanza alle misure anti Covid-19. Disposta la chiusura della struttura per cinque giorni.

Pubblicità