Napoli fa i conti con i danni dopo il maltempo, famiglie evacuate nella strada sprofondata

Ancora sgomberi dalle abitazioni a causa del maltempo che ha colpito la Campania nelle ultime settimane. Dal primo pomeriggio di ieri 19 persone residenti in due palazzi ai civici 1 e 4 di vico Molo alle Due Porte, nel quartiere Arenella, sono state evacuate per motivi di sicurezza dalle proprie case – situate in uno stabile all’angolo con un altro palazzo di via Bernardo Cavallino – a seguito del cedimento di una strada, cosa che ha aperto l’ennesima voragine a Napoli e compromesso anche la stabilità del sistema fognario.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco che hanno constatato la necessità di sgombero delle decine di persone, tra questi diversi anziani, che hanno passato la notte da amici e parenti, la Protezione Civile, i rappresentanti della giunta della V Municipalità Vomero-Arenella come il presidente Paolo De Luca, il consigliere comunale dei Verdi Marco Gaudini e l’assessore comunale alla Protezione Civile Rosaria Galiero sino a notte fonda sul posto a seguire le prime operazioni di messa in sicurezza e i lavori di ripristino del flusso idrico e del sistema fognario. «La Protezione Civile, la Polizia municipale, i vigili del fuoco, i tecnici di Abc stanno facendo tutto un lavoro straordinario in condizioni proibitive in virtù delle continue segnalazioni dovute ai danni del maltempo» afferma l’assessore Galiero continuamente aggiornata su quanto sta avvenendo in città. «In queste ore – aggiunge la titolare alla Protezione Civile – continueranno i lavori per mettere in sicurezza vico Molo alle Due Porte e zone limitrofe. Ovviamente, le piogge rendono maggiormente difficoltosi gli interventi e questo va detto». Sul fronte sgomberi la caduta di alberi in piazzetta Lieti a Capodimonte ha comportato la momentanea evacuazione di una decina di persone dai propri appartamenti.

IL VIDEO

Anche in questo caso si attendono che siano effettuati i necessari lavori di messa in sicurezza e ripristino della funzionalità stradale, cosa che potrebbe avvenire in giornata. Va ricordato come oramai dallo scorso 7 novembre a seguito di un cedimento stradale di un’area già oggetto di lavori sono off limits due edifici di via Uldarigo Masoni, nei pressi dei Ponti Rossi, con una quarantina di famiglie in attesa di capire quando potranno prendere di nuovo possesso delle abitazioni.

Stando alle ultime evoluzioni, entro la fine di questa settimana saranno completati i carotaggi ai due stabili ai civici 46 e 63 al momento sgomberati effettuati dai tecnici individuati dai proprietari privati dei palazzi. In via di conclusione i lavori di riasfaltatura della strada franata praticamente finiti ai sottoservizi (fognature, allacci idrici, del gas e della corrente). L’obiettivo è di riaprire la strada entro la prossima settimana, cosa che determinerebbe anche il riutilizzo dell’altro tratto di via Uldarigo Masoni nei pressi di Capodichino, impraticabile dallo scorso 17 settembre a causa di una frana.