eventi concerti campania feste vincenzo de luca
Foto di repertorio

Vincenzo De Luca è intervenuto nella consueta diretta del venerdì pomeriggio. Il Presidente della Campania ha fatto il punto settimanale sull’emergenza covid. “Siamo in un momento difficile. Abbiamo una ripresa fortissima di contagi in Italia, dunque per evitare di cadere in un clima di angoscia dobbiamo dare un’informazione corretta. Ci sono due elementi positivi, rispetto ad un anno fa, la vaccinazione sta dando risultati significati e abbiamo un inizio di ripresa economica. Bisogna completare la campagna di vaccinazione, più si ritarda più cresce il pericolo di diffusione di variante Delta: l’età media del contagio è scesa a 28 anni. Continueremo ad immunizzare gli studenti per evitare di tornare di nuovo alla didattica a distanza. In base a livello di vaccinazione capire quando riaprire le scuole in presenza. Riusciremo a vaccinare anche a costo di ritardare l’inizio dell’anno scolastico”.

DE LUCA TRA MOVIDA, EVENTI E CONCERTI

“Nei locali e nelle aree della Movida fanno finta di entrare con mascherine nei locali poi ballano e si passano le bottiglie. Inoltre bisogna sospendere gli eventi dove non è possibile controllare gli assembramenti: è il caso dei concerti del Giffoni Film Festival e ringrazio il sindaco. Inoltre non ci sono le condizioni per celebrare la Festa di Sant’Anna ad Ischia. Con un evento di 9mila persone c’è un 10% di non vaccinati, quindi ci saranno 500 positivi. Chiedo agli amministratori ad eliminare eventi pubblici che sono controllati.“, dichiara De Luca.

LA SITUAZIONE DEI RICOVERI DELLA CAMPANIA E NELLE ALTRE REGIONI

Nessuna Regione e Provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è stabile al 2%, con un lieve aumento nel numero di persone ricoverate che passa da 157 (13/07/2021) a 165 (20/07/2021). Il tasso in aree mediche a livello nazionale rimane al 2%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in lieve aumento: 1.128 (13/07/2021) a 1.194 (20/07/2021). E’ quanto Emerge, secondo quanto si apprende, dalla bozza di monitoraggio settimanale Iss- Ministero della Salute sull’andamento dei contagi ora all’esame della cabina di regia.

Le ospedalizzazioni per Covid-19 sia in area medica che in terapia intensiva (nuovo indicatore) a livello nazionale sono rispettivamente al 2,1% e 2%. Lontano dalle soglie di zona gialla del 15 e 10 per cento. Alcune regioni sono già oltre il 5% per l’occupazione in area medica: Calabria 5,7% e Sicilia 5,2% per l’area medica. Seguono la Campania con 4,8% e la Basilicata 4,7%. Per le intensive la Toscana è a 3,4%, la Sicilia 3,3% e il Lazio a 3%. Per incidenza dei casi, in testa la Sardegna con 82,8 su 100mila abitanti. Altre 3 sopra la soglia di 50: Veneto (68,9); Lazio (68,8); Sicilia (64,9).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.