Giugliano: Baietti, Caiazzo, Oyewale, Ceparano, Biasol, Poziello C., Gladestony, De Rosa, Rizzo (87′ Fornito), Cerone, Abreu (61′ Scaringella). A disposizione: Bellarosa, Boccia, Mekki, Vivolo, Gentile, De Stefano, Flores. Allenatore: Giovanni Ferraro

Ostiamare: Trovato, Lazzeri, Camara, Vasco (77′ Berardi), Sbardella, Orchi (87′ Cardillo), Bertoldi (81′ Monacu), Sabelli, Ippoliti, Mastropietro, Lorusso. A disposizione: Giori, Rossi, Pedone, Compagnone, Biancardi, Sordilli. Allenatore: Aldo Gardini

Arbitro: Vito Guerra di Venosa

Marcatori: 82′ De Rosa (G)

Ammoniti: Oyewale (G), De Rosa (G), Ceparano (G); Orchi (O).

Espulso: 78’ Camara (O) per gioco falloso.

Giugliano – Vittoria sofferta ma meritata quella ottenuta dal Giugliano contro un coriaceo Ostiamare. Il tecnico gialloblu Ferraro conferma in blocco l’undici di sette giorni fa, mentre Gardini apporta una sola variazione: Orchi al posto di Sossai. Ancora una volta è stato De Rosa, come sette giorni fa a Sassari, a risolvere la contesa. La gara è stata sempre nelle mani dei tigrotti che hanno creato numerose palle gol, sprecate però malamente dai suoi attaccanti.

Il primo lampo di gioco è al 14’ con Cerone che dopo aver superato un avversario calcia in porta ma è bravo Trovato a deviare in angolo. Un minuto più tardi ci riprova Rizzo, ma ancora una volta il portiere ospite si oppone con bravura. Dopo lo sprint iniziale dei tigrotti, il gioco si ristagna a centrocampo. Bisogna attendere la mezz’ora per vedere ancora una volta i tigrotti affacciarsi con pericolosità alla porta avversaria. Prima Cerone, su calcio di punizione, e poi due volte Rizzo sfiorano il gol del vantaggio. Sulla prima conclusione dell’argentino è il portiere Trovato ad opporsi mentre nella seconda è bravo il difensore Orchi ad anticipare il bomber argentino.

Nella seconda frazione di gioco, dopo un isolato tentativo di Ippoliti, è sempre il Giugliano a tenere in mano il pallino del gioco e a sfiorare il gol. Al 54’ la traversa dice no ad un bolide di Rizzo; al 61’ Cerone a tu per tu con il portiere mette incredibilmente fuori. Al 67’ prodigioso intervento di Trovato sulla conclusione di Scaringella. Al 78’ l’Ostiamare rimane in dieci per l’espulsione di Camara che si becca il secondo giallo per gioco falloso. In superiorità numerica aumenta la pressione offensiva del Giugliano che, a otto minuti dal termine, trova il gol della vittoria con De Rosa che è lesto, in un’area affollata da difensori viola, a ribadire in rete un cross proveniente da calcio piazzato. Dopo 4’ minuti di recupero, l’arbitro emette il triplice fischio finale che sancisce la seconda vittoria consecutiva del Giugliano e il primato in classifica, in condivisione con altre tre compagini.

Le interviste

Al termine della gara c’è euforia nell’ambiente gialloblu per la seconda vittoria di campionato che proietta la squadra in testa alla classifica, in condominio con altre tre squadre. Il tecnico Ferraro analizza così la gara: “Siamo felici, abbiamo disputato davvero un’ottima gara contro una signora squadra organizzata e molto ben allenata, credo che il successo sia più che meritato. Abbiamo creato tanto, avremmo potuto sbloccarla prima, ma va bene così. Abbiamo giocato tre partite in una settimana e vinto bene, dobbiamo essere soddisfatti. Ciò che conta è creare, prima o poi il gol arriva. Noi dobbiamo produrre gioco e occasioni, il resto viene da se. A un certo punto della gara ci siamo innervositi e questo non va bene, perché il nervosismo toglie energie mentali importanti per arrivare al risultato. Noi dobbiamo essere sempre e comunque all’interno della partita. Un plauso a questi ragazzi”.

Paolo Buonanno

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.