Denise Pipitone Olesya Rostova
Caso Denise Pipitone, parla Olesya Rostova

«Mammina mia non ti ho mai dimenticato, ti ho sempre cercato». Queste le prime parole di Olesya Rostova, la ragazza russa che per alcuni potrebbe essere Denise Pipitone. Il caso è stato affrontato oggi a Pomeriggio 5. La bimba di quattro anni scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo. Nelle ultime ore, si rincorre la segnalazione lanciata dal programma Chi l’ha visto? di una ragazza ventenne russa che sarebbe stata rapita da piccola ed è alla ricerca della sua mamma. Olesya Rostova – questo il nome della giovane – assomiglia molto alla mamma di Denise, Piera Maggio.

Caso Denise Pipitone, le prime parole di Olesya Rostova

La ragazza ha raccontato la sua storia in un programma russo. Barbara D’Urso ha mostrato alcuni stralci dell’intervista. Ecco le parole di Olesya Rostova. «Già quando avevo cinque anni avevo capito che ero sola. I nomadi mi dicevano che la mia mamma mi aveva portato in Ucraina con sé. Probabilmente ho 20 anni. Forse mi hanno battezzato nella chiesa dell’ospedale quando ero piccola». Poi l’appello in lacrime alla mamma naturale. «Mammina mia non ti ho mai dimenticato, ti ho sempre cercato. Sono viva, voglio sapere. Non so cos’altro dire ora».

La ragazza russa, dunque, ha raccontato di esser stata rapita quando era una bambina e di non sapere chi sia sua madre. «Attendiamo i risultati di un test del Dna e siamo speranzosi», ha dichiarato il legale Giacomo Frazzitta a nome di Piera Maggio. Negli anni, infatti, sono stati molti i presunti avvistamenti e le segnalazioni.

Il caso Chi l’ha visto?

La segnalazione è nata quasi per caso, da una telespettatrice che ha riferito che a Mosca c’è una giovane donna che ha la stessa età di Denise. Somiglia moltissimo a Piera Maggio, la mamma della piccola scomparsa 17 anni fa. Forse è una suggestione dovuta alla somiglianza, ma la giovane donna ha la stessa età che avrebbe oggi Denise.

Parla Federica Sciarelli

Ma perché potrebbe essere Denise Pipitone? “Noi stiamo con i piedi per terra, non vogliamo dare nessuna certezza, anche perché Piera ne ha viste e passate tante in questi anni” – tiene a precisare Sciarelli -. Le coincidenze temporali ci sono e anche una somiglianza tra la giovane e Piera. La bambina ‘russa’ venne trovata in un campo nel 2005″ – spiega ancora. Non sapendo chi sia la sua vera madre, è andata in una trasmissione tv russa per mostrare il suo volto e lanciare a sua volta un appello alla vera famiglia. Ora vanno fatte tutte le verifiche: occorre avere pazienza ed essere scrupolosi”.

La storia della scomparsa di Denise Pipitone

Alle 11.40 circa del 1 settembre del 2004, a Mazara del Vallo, veniva rapita la piccola Denise Pipitone. Sono trascorsi 16 lunghi anni e il mondo del 2020 non è più quello di allora, sono cambiate tante cose, la tecnologia ha invaso la nostra vita. Tantissimi in questi anni sono stati i falsi allarme tra segnalazioni e avvistamenti che hanno fatto sperare la famiglia di Denise. “Bisogna distinguere tra segnalazioni non riscontrabili e altre in cui la verità può essere accertata. Come in questo caso. Siamo di fronte a una ragazza che non conosce la sua storia, che non sa chi sia sua madre, e che somiglia a Piera Maggio almeno stando alle immagini che abbiamo visto nella trasmissione russa. Incrociamo le dita ma siamo consapevoli che bisogna rimanere con i piedi per terra”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.