“Comandano sempre loro a Giugliano”, la relazione della Dia sul clan Mallardo

Il clan Mallardo continua a comandare in lungo e in largo nel territorio giuglianese. A confermarlo è l’ultima relazione del secondo semestre del 2019 della Dia. L’Antimafia conferma la presenza egemonica dei Mallardo nella terza città della Campania.  “Rappresentano una delle famiglie camorristiche più influenti del panorama criminale campano. Un’organizzazione solida ed unitaria che detiene, da decenni, la supremazia degli affari illeciti nel territorio. Il forte potere economico e la capacità rigenerativa degli organici hanno garantito al clan la sopravvivenza nel territorio, nonostante la costante pressione giudiziaria. Il sodalizio, inoltre, si è mostrato capace, grazie ad una rete di professionisti compiacenti e di imprenditori, di gestire reti imprenditoriali non solo nell’ambito comunale
ma anche in altre regioni, operando grossi investimenti per occultare l’ingente patrimonio accumulato”.

I legami del clan Mallardo

“Il clan, forte del prestigio acquisito nel tempo, continua a mantiene solidi
legami familiari con i CONTINI, i LICCIARDI e i BOSTI nella città di Napoli e ottime relazioni e con le famiglie NUVOLETTA, POLVERINO e ORLANDO di Marano di Napoli, con i clan camorristici operanti nel Comune di Villaricca e, tramite suoi referenti, anche a Qualiano, dove operano i gruppi satelliti D’ALTERIO-PIANESE.  e DE ROSA. Inoltre, è in rapporti di reciproca funzionalità con il clan dei CASALESI e, in particolare, con il clan BIDOGNETTI, fino a realizzare un cartello con i LICCIARDI e i CASALESI, chiamato convenzionalmente
gruppo misto”. 

Clan Mallardo, 3 big scarcerati in pochi mesi: si ricompone la ‘vecchia guardia’

Tre esponenti di spicco del clan Mallardo scarcerati in pochi mesi. Si tratta di Domenico Pirozzi, Giuliano Amicone e Mauro Moraca. Con la scarcerazione recente di Giuliano Amicone, Mauro Moraca e Domenico Pirozzi, il clan Mallardo torna a comporsi di pezzi importanti dopo gli arresti eccellenti che ne avevano minato la guida. Amicone è da considerare uno dei reggenti della cosca giuglianese, così come Domenico Pirozzi, alias Mimì ‘O pesante, anche lui scarcerato nelle scorse settimane.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.