E’ morta l’attrice Loredana Simioli, addio a “Mariarca” di Tele Garibaldi

Loredana Simioli non c’è più. L’attrice napoletana Loredana Simioli  ha perso la sua battaglia contro il cancro. Nei mesi scorsi aveva presentato il videoclip “Io non ho vergogna” raccontando la sua personale esperienza di lotta contro il cancro. Aveva dato a tutti coloro che vivono la sua stessa disavventura un messaggio di speranza. Ma non solo. Anche di incoraggiamento a non arrendersi di fronte a una malattia così forte e difficile come quella del cancro e di non perdere mai la speranza e la gioia di vivere.

Loredana Simioli e Mariarca

Loredana Simioli era diventata famosa nei suoi esordi giovanili con il personaggio di Mariarca interpretato nel fortunato programma televisivo cult “TeleGaribaldi”,  programma nato nel 1996 da un’idea dei comici Lino D’Angiò e Alan De Luca. I due comici conducevano una specie di telegiornale, diffondendo notizie, e di volta in volta collegandosi con diversi personaggi, alcuni dei quali interpretati da loro stessi mediante travestimenti. Inizialmente essi rappresentavano personaggi pubblici, determinati gruppi o comunque minoranze di Napoli, come tossicodipendenti, immigrati, professori, falsi cartomanti.

Loredana Simioli, la carriera

Loredana Simioli, Sorella del conduttore radiofonico, Gianni Simili, nasce a Napoli il 27 febbraio 1978,  sotto il segno dei Pesci.
La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di interprete e tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film Reality (2012) di Matteo Garrone dove ha interpretato la parte di Maria.
Nel 2010 ha inoltre lavorato con John Turturro per la realizzazione del film Passione. – da Cinecittà Luce.

La carriera di Loredana Simioli

Era iniziata a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila in Telegaribaldi, al fianco di suo fratello Gianni. Come attrice ha recitato in Reality (2012) di Matteo Garrone, premiato al Festival di Cannes, oltre che in Gorbaciof (2010), L’amore buio (2009), Si accettano miracoli (2014), Perez (2014), Troppo napoletano (2016) e Nato a Casal di Principe (2017). La sua carriera artistica prese il via nel 1994 in teatro con “Il processo di Kafka”.  Nel 2012 ha ricevuto il premio come Miglior Attrice Drammatica al Festival di Castellammare. Nei mesi scorsi aveva presentato il videoclip “Io non ho vergogna” raccontando la sua personale esperienza di lotta contro il male che la affliggeva.

La redazione di InterNapoli si unisce al dolore che ha colpito la famiglia Simioli ed il collega Gianni.