Follia a Scampia. Muore un paziente, operatore del 118 viene aggredito e trascinato per le scale

Immagine di repertorio

Ennesima aggressione al personale medico quella verificatasi la scorsa notte a Scampia, con un medico che ha riportato, in seguito ad una colluttazione con il familiare di un paziente, un trauma al ginocchio.

Ecco quanto accaduto riportato dall’associazione ‘Nessuno Tocchi Ippocrate’:

«Ore 3.22 la postazione 118 aeroporto viene allertata in via Labriola per codice rosso.
In itinere il medico di postazione contatta l’utente per delucidazioni sull’indirizzo non preciso, da lì cominciano aggressioni verbali telefoniche.
Il medico di postazione decide di allertare tramite Centrale operativa le forze dell’ordine. Giunti sul posto e scesi dall’ambulanza l’equipaggio viene minacciato e trascinato per le scale. In vicinanza della persona a terra il medico viene spinto provocandone caduta con trauma al ginocchio.
Si esegue nonostante tutto ALS per 30 min alle 4.08 si constatava il decesso.
A quanto riferito dall’equipaggio le forze dell’ordine non sono mai intervenute in 45 minuti

Per il medico trauma contusivo al ginocchio e stress emotivo.

L’Associazione NTI dichiara: “siamo vicini a tutto l’equipaggio e ci complimentiamo con loro per il grande atto eroico (perché di tale si tratta), ovvero quello di fare un ALS nonostante la scena non fosse sicura. La priorità è stata la salute della persona in perdita di coscienza anche a rischio di prendere qualche calcio e qualche insulto. Purtroppo non si è potuto fare niente per il povero paziente e a quanto riferitoci dalla collega solo dopo 30 minuti di rianimazione i parenti si sono calmati e si sono resi conto dell’enorme sforzo dell’equipaggio “»