È morto qualche ora dopo il ricovero in ospedale a Pisa un bimbo di due mesi giunto al pronto soccorso dopo essere caduto mentre il padre lo allattava con il biberon. L’episodio è avvenuto sabato sera ma il neonato è morto domenica mattina dopo una notte trascorsa in neonatologia. La notizia in tutta la sua drammaticità arriva dritta a Vallo della Lucania. La mamma del piccolo, Silvia Salerno, è originaria del centro cilentano. La donna, operatrice sanitaria di 41 anni, vive e lavora a Pisa. Due mesi fa ha messo al mondo due gemelli. Per uno dei due, Gerardo Maria, un atroce destino.
Il papà del piccolo, Daniele Di Stefano, 43 anni, è un medico psichiatra pisano in servizio a Empoli. L’uomo ha riferito ai colleghi del pronto soccorso di Pisa che il bambino gli è scivolato dalle braccia battendo poi la testa sul pavimento mentre lo stava cullando per farlo addormentare. La moglie era in un’altra stanza col fratello gemello che dormiva nella culla. Dopo la caduta, nonostante il pianto a dirotto del figlio, il padre ha constatato subito l’assenza di lesioni esterne evidenti ma ha poi comunque preferito portare il bambino in ospedale per accertamenti. Da qui il ricovero in osservazione nel reparto di neonatologia, poi l’improvviso peggioramento del quadro clinico fino alla morte di avvenuta nella giornata di domenica. La cartella clinica è già stata acquisita dalla polizia. Il genitore è accusato di omicidio colposo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.