Giugliano. Nasce il polo di centro, collaborazione tra Udc e AttivAzione Popolare: “Aperti al dialogo per il bene della città”

E’ stato presentato nella giornata di ieri il progetto di collaborazione tra due forze, una prettamente politica, ovvero l’Udc, e l’altra espressione della società civile, AttivaAzione Popolare. A presentare l’iniziativa c’erano Vincenzo Galiano, Giuseppe Bottalico  e Vincenzo Caragallo.

“E’ l’inizio di un nuovo percorso che pone al centro del progetto la città di Giugliano, siamo disponibili al confronto e al dialogo con tutti”, ha sottolineato Vincenzo Galiano, responsabile amministrativo Udc. Tesi ribadita anche dal presidente di AttiVazione popolare Bottalico: “Siamo un’associazione nata su impulso di un gruppo di persone animate del desiderio di essere “concretamente presenti” sul territorio giuglianese e che si prefigge, come principale obbiettivo, quello di proporre progetti ed iniziative di interesse sociale. Per questo non chiudiamo le porte a nessuno, siamo attenti alle necessità ed alle problematiche dell’intero territorio senza alcuna distinzione o priorità tra le zone periferiche, la zona costiera ed il centro storico: la città di Giugliano in Campania è un’unica, grande realtà che può e deve distinguersi nel panorama delle più importanti, produttive e rappresentative città della Regione Campania”.

A fare da trait d’union tra il mondo della politica e quello dell’associazionismo sarà Vincenzo Caragallo, ingegnere ed esperto in materia di protezione civile visto la sua militanza da tempo nel l’Ass. Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Presenti in sala diversi esponenti politici, tra cui l’esponente dell’Udc Andrea Guarino, l’indipendente Pasquale Casoria, i consiglieri di centrodestra Anna Russo e Alfonso Sequino, Francesco Iovinella e l’ex segretario del Pd Giuliano Quaranta.