Incendi in Australia, aereo precipita durante i soccorsi: morti 3 vigili del fuoco

Una tragedia nella tragedia: in Australia, proprio mentre per la prima volta si registra un abbassamento del livello d’emergenza per gli incendi che hanno devastato il paese, tre vigili del fuoco impegnati nei soccorsi sono morti in un incidente aereo. È accaduto nei pressi di Canberra: le vittime, a bordo di un canadair precipitato, erano quasi certamente tutte di nazionalità statunitense.

L’incidente, che ha coinvolto un C-130 Hercules, è avvenuto a Cooma, in una zona montuosa del Nuovo Galles del Sud. Ancora da ricostruire le cause dello schianto dell’aereo. Mentre nel resto del paese le prime piogge hanno contribuito allo spegnimento dei devastanti incendi, a Canberra nelle scorse ore la situazione era di nuovo precipitata, con il fuoco che ha bruciato moltissimi ettari di foreste. Le tre vittime erano tutte residenti negli Stati Uniti, ma le autorità non ne hanno ancora rivelato la nazionalità.

Con l’incidente avvenuto a sud di Canberra, salgono a 32 le vittime umane degli incendi in Australia. Marise Payne, ministra degli Esteri australiana, ha espresso sui social il dolore per l’accaduto: «Sono addolorata per la morte di tre vigili del fuoco internazionali nel tragico incidente aereo avvenuto nel Nuovo Galles del Sud. I nostri cuori sono con quelli delle loro famiglie. Stavno aiutando l’Australia, lontano dalle loro case, in nome di un’amicizia che ci lega al mondo».