Terribile incidente moto-scooter nel quartiere di Napoli, muore centauro: inutile la corsa in ospedale

Incidente Napoli, San Pietro a Patierno
Immagine di repertorio

Un incidente mortale ha avuto luogo intorno alla mezzanotte di ieri nel quartiere di San Pietro a Patierno, fra una moto guidata da un uomo di 22 anni e uno scooter condotto da un uomo di 66 anni; quest’ultimo ha perso la vita per le gravi lesioni riportate a seguito dell’impatto, che ha coinvolto anche un’auto in sosta.

Incidente San Pietro a Patierno, inutile la corsa in ospedale: muore centauro 

L’uomo è stato trasportato ormai senza vita all’ospedale San Giovanni Bosco. Gli agenti dell’unità Infortunistica stradale della Polizia Locale sono intervenuti in via Paternum, all’incrocio con via Rubeo, per i rilievi del caso e per il sequestro dei veicoli coinvolti.

Per il conducente della moto sono stati richiesti gli accertamenti alcolemici e tossicologici; per la vittima è stato successivamente constatato che viaggiava senza patente e senza assicurazione. Sono in corso le indagini per ricostruire la dinamica dell’evento. (ANSA)

Inutile la corsa in ospedale per la vittima dell’incidente occorso ieri sera a San Pietro a Patierno.

Le altre notizie | Vacanze tragiche, auto finisce in una scarpata: morti 5 ragazzini e 4 feriti [ARTICOLO 12/08/2020]

Incidente mortale Castelmagno. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto dell’incidente si sono trovati davanti una scena agghiacciante. I ragazzi stati sbalzati fuori dall’abitacolo trovando morte immediata. Erano tutti giovanissimi ed avevano trascorso la serata a guardare le stelle da uno dei punti più panoramici dell’alta Valle Grana, dove si trovavano in vacanza: Marco Appendino, di 24 anni, Nicolò ed Elia Martini di 17 e 11 anni, Camilla Bessone di 16, e Samuele Gribaudo di 14. I cinque viaggiavano nel fuoristrada guidato da Appendino, insieme con altre 4 persone, nonostante il veicolo fosse omologato per 6.

Feriti anche quattro giovanissimi

Ferite in maniera non grave le diciassettenni Chiara e Anna Gribaudo (sorella del povero Samuele). Sono gravi ma non in pericolo di vita Marco (24 anni) e Danilo (17 anni).

La tragedia si è materializzata a notte fonda nei pressi di Castelmagno, piccolo comune di 61 abitanti in cima alla Valle Grana a circa 1.150 metri di altitudine, quando la Land Rover Defender 130 è uscito di strada. Forse a causa si di una manovra azzardata o di un momento di distrazione, l’auto è finita in una scarpata. In attesa di sapere se sarà disposta l’autopsia sui corpi di Marco AppendinoNicolò ed Elia Martini, Camilla Bessone e Samuele Gribaudo, si attende la data dei funerali.

L’incidente della scorsa notte a San Pietro a Patierno ha gettato nello sconforto e nel dolore l’intera comunità.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK