M5S-Pd, Palma e Pezzella: “Accordo per vincere. Il candidato a sindaco? Da scegliere tra i consiglieri uscenti”

La conferenza stampa del M5S: presenti Antonio Pennacchio, Nicola Palma, Salvatore Pezzella e Luigi Bombace

“Alle prossime elezioni non vogliamo restare a guardare, il nostro obiettivo è vincere per cambiare in meglio questa città. Anche per questo motivo è nostra intenzione stringere un’alleanza col Pd”. Queste le parole dei portavoci del M5S Nicola Palma e Salvatore Pezzella nella conferenza stampa organizzata per spiegare i motivi delle dimissioni in massa che hanno portato alla caduta dell’Amministrazione comunale. Palma e Pezzella hanno ripercorso i 5 anni di opposizione del M5S di Giugliano, ricordando tutte le denunce e le istanze (più di 500, ndr) presentate al Comune da quando Poziello nel 2015 si è insediato. “Innanzitutto vogliamo smentire le fake news che circolano in questi giorni, il commissariamento durerà solo 3 mesi fino alle elezioni, alcuni stanno facendo girare la notizia che ora la caduta di Poziello non verranno asfaltate più le strade o ripulite dai rifiuti. Voglio ricordare ai cittadini giuglianesi che avere strade senza buche e pulite è un loro diritto e non un piacere che qualche politico deve fare. Abbiamo presentato tantissime proposte e presentato denunce per dare il nostro contributo ma Poziello è sempre stato sordo alle nostre richieste. Hanno preferito sperperare soldi in feste e festicciole, promettendo mari e monti ma non sono stati nemmeno in grado di aprire ‘o vico e’ miciano”. 

Il futuro elettorale

Che ci sia una trattativa tra M5S e Pd in vista delle prossime amministrative a Giugliano oramai è palese. Così com’è palese la volontà dei due ex consiglieri Pezzella e Palma di arrivare ad un accordo: “Non c’è niente di definito, abbiamo espresso il nostro pensiero ai facilitatori (Micillo e Ciarambino, ndr), i quali si dovranno confrontare con Vito Crimi (attuale capo politico del M5S dopo le dimissioni di Luigi Di Maio) e prendere una decisione”. Sulle polemiche e la contrarietà sollevata da alcuni attivisti rispetto all’accordo col Pd, hanno dichiarato: “Ci sono persone per 5 anni sono andate a braccetto con gli assessori della giunta Poziello o che sono scomparsi dalla circolazione, poi vengono nelle assemblee solo per offenderci. Mi chiedo dove sono stati in questi 5 anni?”, afferma Palma che poi aggiuge: “In caso di contrarietà ci dovranno spiegare perché a Roma governano in Parlamento col Pd, senza aver fatto nemmeno una campagna elettorale comune, mentre nei comuni quest’alleanza non si può fare”.

Alleanze e candidato a sindaco 

Rispondendo ad una nostra domanda sul perché stringere alleanza solo col Pd e non tentare accordi col centrodestra o costruire una coalizione civica, Pezzella e Palma hanno dichiarato: “Con il gruppo del Pd ci siamo trovati concordi su diverse battaglie e tematiche, molto meno rispetto al centrodestra quindi ci sembra naturale portare avanti questo tipo di dialogo sui programmi e temi. Rispetto alle civiche non abbiamo nessuna preclusione ma non si sa mai cosa si nasconde in queste liste costruite all’improvviso. Noi vogliamo vincere e governare, non certo farci altri 5 anni di opposizione. Quella dell’alleanza col Pd è anche una scelta di opportunismo politico”. 

Sul profilo del possibile candidato a sindaco Palma dichiara: “Non ho mai amato i professionisti calati dall’alto, credo che si debba dare precedenza a chi in questi 5 anni ha lavorato e si è sacrificato per la collettività. Il candidato a sindaco dovrebbe essere scelto trai i consiglieri uscenti, non mi piace andare a pescare negli studi dei professionisti come spesso accaduto in passato”.

Infine c’e stata una stoccata da parte di Palma alla magistratura: “Voglio fare i complimenti alla classe politica giuglianese che è la più onesta degli ultimi 30 anni visto che non c’è mai stato un arresto. Abbiamo fatto decine di denunce all’Anac e alle Procure di Napoli e Napoli Nord ma nulla si è mosso”.