gaeta

Non ce l’ha fatta, Alessandro Gallinaro, 77 anni, la vittima della brutale aggressione consumata domenica 14 marzo a Gaeta, nei pressi della chiesa di Santo Stefano Martire, in via dei Frassini. L’uomo è morto nella giornat di oggi.

L’aggressore, Benedetto Montaquila, 47 anni, in stato di fermo indiziario dalla giornata di ieri su iniziativa della polizia giudiziaria. Finora, con l’accusa di lesioni personali aggravate. Adesso, si procede per omicidio preterintenzionale.

Secondo le ricostruzioni, il 47enne prima ha sferrato almeno un colpo in viso all’anziano. Poi ha chiamato la polizia sostendendo, per discolparsi, che l’anziano volesse denudarsi davanti a delle ragazzine. La famiglia si è affidata al legale di fiducia Vincenzo Macari, si costituirà parte civile e ha annunciato l’intenzione di sporgere querela contro l’aggressore anche per calunnia.

A parlare dell’omicidio avvenuto con apparente immotivata crudeltà è il sindaco di Gaeta

Sull’episodio è intervenuto anche il sindaco di Gaeta, Cosimino Mitrano: “Apprendo con profondo dolore della tragica scomparsa di un nostro concittadino brutalmente aggredito domenica scorsa e deceduto stasera a causa delle ferite riportate. A nome di tutta la città, esprimo cordoglio e vicinanza ai suoi familiari. Confidiamo nell’operato delle forze dell’ordine e della Giustizia affinché venga fatta chiarezza su una vicenda sconcertante di inaudita violenza”

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.