Napoli in lacrime per Marta, la giornalista 33enne morta dopo incidente in scooter

Ha smesso di battere il cuore di Marta Naddei, la giornalista di 33 anni, rimasta coinvolta in un incidente in scooter in via Marconi a Salerno lungo. La giovane era arrivata in condizioni disperate all’ospedale “Ruggi d’Aragona e San Giovanni di Dio” dovesi è spenta dopo una breve agonia.

Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente avvenuto a notte fonda nei pressi di un noto stabilimento balneare che è costata la vita alla giornalista del quotidiano. ‘Le Cronache’ di Salerno.

Morte giornalista, il cordoglio del sindaco

“Esprimo ai familiari, colleghi ed amici il profondo cordoglio mio personale e della Civica Amministrazione per la tragica morte di Marta Naddei – ha dichiarato il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli – Era una giovane giornalista di grande valore, scrupolosa e tenace nella ricerca di notizie e nel racconto documentato dei fatti. Quanto ci mancheranno la sua quotidiana presenza a Palazzo di Città, le sue domande argute, i suoi titoli geniali, i suoi articoli coraggiosi. Addio Marta la tua giovane vita è stata un dono meraviglioso per la nostra comunità. Troveremo il modo per onorare degnamente la tua indimenticabile memoria”

Ha smesso di battere il cuore di Marta Naddei, la giornalista di 33 anni, rimasta coinvolta in un incidente in scooter in via Marconi a Salerno lungo. La giovane era arrivata in condizioni disperate all’ospedale “Ruggi d’Aragona e San Giovanni di Dio” dovesi è spenta dopo una breve agonia.

Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente avvenuto a notte fonda nei pressi di un noto stabilimento balneare. Marta lavorava per il quotidiano ‘Le Cronache’ di Salerno.

“Esprimo ai familiari, colleghi ed amici il profondo cordoglio mio personale e della Civica Amministrazione per la tragica morte di Marta Naddei – ha dichiarato il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli – Era una giovane giornalista di grande valore, scrupolosa e tenace nella ricerca di notizie e nel racconto documentato dei fatti. Quanto ci mancheranno la sua quotidiana presenza a Palazzo di Città, le sue domande argute, i suoi titoli geniali, i suoi articoli coraggiosi. Addio Marta la tua giovane vita è stata un dono meraviglioso per la nostra comunità. Troveremo il modo per onorare degnamente la tua indimenticabile memoria”