vincenzino

Lotta come un leone il piccolo Vincenzino, il piccolo di Portici ricoverato con ustioni sul 16% del corpo all’Ospedale Santobono di Napoli. I genitori sono accusati di abbandono di minori, maltrattamenti e lesioni gravissime. La coppia era seguita da tempo dai servizi sociali. La scorsa estate aveva perso la patria potestà di due figli più grandi. E forse aveva nascosto l’ultima gravidanza per timore di perdere l’affidamento anche del piccolo Vincenzo.

Per Vincenzino la lotta in ospedale è sfiancante, ma i medici dicono che le condizioni restano stazionarie pur nella loro criticità. Le funzioni vitali si mantengono stabili con le terapie in atto. E’ appena terminato un intervento di apposizione di derma artificiale sulla maggior parte delle lesioni che, tra diverse settimane, in assenza di complicazioni, potrebbe costituire la base di impianto per innesti cutanei. Un’innovazione della biomedica che potrebbe salvare la vita al neonato di Portici che lotta nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale pediatrico napoletano. Tra diverse settimane, in assenza di complicazioni , potrebbero partire gli interventi di innesti cutanei.

Da ulteriori accertamenti dei carabinieri è emersa una situazione di estremo degrado: oltre ai due figli, l’uomo e la donna avevano avuto altri bambini, frutto di precedenti relazioni, che non vivevano con loro; il 46enne, ex dipendente di una ditta di pulizie che aveva lavorato anche nel Policlinico Federico II di Napoli, ha dei precedenti per maltrattamenti; la 36enne è invece già nota alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

vincenzino

 

Lotta come un leone il piccolo Vincenzino, il piccolo di Portici ricoverato con ustioni sul 16% del corpo all’Ospedale Santobono di Napoli. I genitori sono accusati di abbandono di minori, maltrattamenti e lesioni gravissime. L

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.