12.9 C
Napoli
giovedì, Gennaio 27, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Qualiano. Il M5S denuncia De Luca ai carabinieri, il sindaco: “Solo fango dai grillini”


 Domanda per un monumento funebre arrivata dopo soli 9 minuti dalla pubblicazione del bando per i loculi lo scorso 5 marzo, arriva la denuncia alle forze dell’ordine del Movimento 5 Stelle nei confronti del sindaco uscente e ora ricandidato Ludovico De Luca. Già nei giorni scorsi l’aspirante primo cittadino dei pentastellati Carmine Sgariglia aveva sollevato il caso, definito senza mezzi termini “affaire cimitero’’ sottolineando l’esiguo arco temporale tra l’avvio all’avviso e l’inoltro da parte di De Luca che in qualche modo avrebbe potuto favorire il sindaco a discapito di altri. Tesi, ovviamente, attualmente tutta dimostrare. Nella serata di martedì, recita una nota dei 5 Stelle qualianesi, «il candidato sindaco Carmine Sgariglia del Movimento 5 Stelle presso il Comando Stazione Carabinieri Qualiano, ha presentato, a salvaguardia degli interessi dei cittadini di Qualiano una denuncia contro Ludovico De Luca sindaco uscente ed altri, in relazione al bando del 5 marzo 2018 che ha visto nella prima mezz’ora circa di pubblicazione aderire circa 150 domande in poche ore, il tutto senza dare alla città l’opportunità pubblicità». Dai 5 Stelle insistono: «Da precisare che il bando con assegnazione cronologica alla data e ora della domanda, la cui partenza è stata fissata dopo 8 minuti dalla pubblicazione della decisione sulla stranissima modalità di partecipazione, imponeva nel rispetto della legge un divieto agli amministratori e ai loro congiunti fino al terzo grado di parentela, ai dipendenti partecipanti in qualsiasi modo al processo decisionale e ai loro congiunti fino al terzo grado di parentela un divieto legale alla partecipazione di tale bando pubblico. Non solo, all’interno della lunga lista formata da tre allegati – uno per i loculi, uno per i suoli e uno per i monumenti funebri – sono stati individuati congiunti di consiglieri comunali e assessori o loro omonimi, nonché un cospicuo numero di candidati o loro omonimi: stabilire le responsabilità e le identità di costoro sarà oggetto d’indagine dell’autorità giudiziaria». Tra i reati ipotizzati nella denuncia ai carabinieri: turbativa d’asta (articolo 353 del codice civile); abuso d’ufficio (articolo 323 del codice civile); e truffa aggravata (articolo 640 bis del codice civile). È evidente il tentativo di nascondere l’accaduto o di tenere i cittadini all’oscuro di tutto. Noi del Movimento 5 stelle non lo permetteremo mai. Comportamenti loschi ed omissivi – afferma il candidato sindaco Carmine Sgariglia – non ci appartengono e li scacceremo via anche dal Palazzo del Comune».

Ma il sindaco Ludovico De Luca non ci sta a passare come un presunto fruitore privilegiato della domanda per loculi e monumenti funebri e ad InterNapoli.it replica: «Come al solito dal Movimento 5 Stelle cercano di spostare il campo di gioco dalla politica al giudiziario. Il mio terreno è la politica, io su altri terreni non gioco. Io ho inoltrato la domanda soltanto 9 minuti dopo l’apertura del bando? Non capisco cosa ci sia di male. Il sindaco è un cittadino qualunque, come tutti gli altri. O deve essere un handicap fare il sindaco?»

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Donne rapinate ad Acerra e Pomigliano, arrestato grazie dalle telecamere

Donne rapinate ad Acerra e Pomigliano, arrestato incastrato dalle telecamere. Martedì gli agenti del Commissariato di Acerra eseguivano ad...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria