Il lavoro alla Pirelli, l’amore per figli e la morte: gli ultimi attimi di vita di Teresa Licciardiello

Una donna lavoratrice, una mamma che amava e difendeva il proprio figlio nonostante la malattia. Teresa Licciardiello era ben voluta da tutti. Una vita dedicata alla famiglia. Dal matrimonio con Antonio De Falco sono nati i due figli Chiara e Pasquale. Quest’ultimo è stato quello che le ha purtroppo spezzato la vita, all’improvviso. Teresa era in pensione dopo una vita trascorsa come operaia alla Pirelli. Da quando aveva smesso di lavorare si era dedicata anima e corpo ai sue due figli. Nonostante l’età guidava ogni giorno l’auto, con cui andava a fare le commissioni giornaliere. Anche ieri mattina Teresa era scesa per fare la spesa. Aveva comprato fazzoletti, stuzzicadenti, l’olio e anche la mozzarella che il figlio Pasquale aveva chiesto la mattina. Teresa esaudiva ogni desiderio del figlio. Spesso scendeva anche la sera tardi per comprargli, di cui il figlio era molto goloso. Ieri affianco al suo cadavere sono state rinvenute ancora le buste della spesa. Quando ha visto il figlio imbracciare il fucile si è girata, forse per scappare ma Pasquale ha esploso almeno tre colpi. Uno ha colpito la povera donna alla nuca. Lei è stramazzata a terra. Il corpo è rimasto lì per 11 ore, in un lago di sangue, fino a quando la Mortuaria ha portato via il cadavere solo dopo che la Scientifica ha effettuato i rilievi. Tanti i parenti e conoscenti che hanno voluto dare l’ultimo saluto all’anziana donna in lacrime al grido: “Teresa, Teresa, Teresa”.