Qualiano, proclamati i nuovi consiglieri: scintille De Leonardis-De Luca

Il civico consesso qualianese s’è insediato. Con la proclamazione di martedì pomeriggio, prendono possesso del ruolo i 16 nuovi consiglieri di cui si comporrà l’emiciclo qualianese. In tutto, 10 seggi vanno alla maggioranza di centrodestra del sindaco Raffaele De Leonardis e 6 alle opposizioni, compreso l’oramai ex sindaco e sconfitto al ballottaggio del 24 giugno Ludovico De Luca. A fare la parte da leone in consiglio comunale è senza dubbio Noi con l’Italia-Michele Schiano, che potrà contare su ben 4 consiglieri essendo la lista più votata. E ciò si riverbererà anche sulla conformazione della giunta comunale: 2 dei 5 membri infatti, saranno espressione di Noi con l’Italia, che ha il suo riferimento in Regione Campania in Michele Schiano, ex sindaco della città. Forza Italia, dove pure non vige unità in questo momento, cosa che ha in parte influito nelle consultazioni per l’esecutivo pronto ad affiancare nell’attività amministrativa il primo cittadino.

Ecco, nel dettaglio, il nuovo consiglio comunale della consiliatura che, a scadenza naturale, terminerà nel 2023.

Maggioranza

 Noi con L’Italia: Rosalba Fele; Luigi Basile; Donato Marrazzo; Vincenzo Toti

 Forza Italia: Antonio Cacciapuoti; Salvatore Onofaro; Angela Iuffredo

 Qualiano con De Leonardis Sindaco: Vincenzo Camerlingo

 Fratelli d’Italia: Santolo Licciardiello

 Qualiano Vive io la Difendo: Sabatino Di Francesco

Opposizione

Ludovico De Luca, candidato sindaco sconfitto al ballottaggio

 La Rinascita di Qualiano: Antonio Castaldo; Nunzia Fele

 Qualiano nel cuore: Domenico Marrazzo

 Partito Democratico: Pasquale Liccardo

 Obiettivo Futuro: Giuseppina Odierno

 

A margine della proclamazione, il sindaco Raffaele De Leonardis ha voluto fare un «in bocca al lupo a tutti i consiglieri, a partire da quelli d’opposizione rappresentati dall’ex sindaco Ludovico De Luca al quale va il mio affettuoso saluto per il lavoro svolto in 5 anni di sindaco e per quello che ora svolgerà da consigliere comunale». A queste parole, fredda la reazione di De Luca che ha applaudito a stento, sebbene dopo la fine della cerimonia si sia intrattenuto qualche minuto con il neosindaco con un colloquio che comunque pare non sia stato così amichevole. Il primo consiglio comunale si terrà, secondo quanto affermato dalla nuova fascia tricolore, «tra il 26 e il 27 luglio prossimi in quanto ci sono scadenze incombenti» come il bilancio previsionale e approfondire la questione Puc.