Bonus sociale compatibile con il Reddito di Cittadinanza, sollievo per le famiglie
Bonus sociale sarà compatibile con il Reddito di Cittadinanza, sollievo per le famiglie

Bonus sociale compatibile con il Reddito di Cittadinanza, sollievo per le famiglie. “La ripresa dell’economia europea incontra un primo ostacolo nell’impennata dei prezzi dell’energia che per l’Italia porta una stangata sulle bollette di elettricità e gas dal primo luglio 2021”. Questa la stima di Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, in vista dell’aggiornamento trimestrale che farà l’Arera nei prossimi giorni per le tariffe dal primo luglio.

“In base ai dati preliminari è possibile stimare per l’elettricità un aumento intorno al 12% e per il gas oltre il 21%, entrambi balzi record mai visti in passato”, spiega Tabarelli: “ciò spinge a prevedere un tasso di inflazione in forte accelerazione nei prossimi mesi”.

LUCE, GAS E ACQUA: ARRIVA IL BONUS SOCIALE

Dal 1 luglio il bonus sociale sarà riconosciuto come uno sconto automatico nelle bollette di luce, gas e acqua. Beneficeranno le famiglie numerose e per i cittadini in situazione di difficoltà economica. L’agevolazione, sarebbe dovuta partire il 1 gennaio ma inizierà ed essere attiva da luglio dopo gli aggiustamenti di Arera, l’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente.

L’Authority cambia alcuni aspetti richiesti dalle osservazioni del Garante della Privacy dopo l’approvazione della deliberà. Si tratta di modiche mirate a disciplinare il passaggio di dati tra l’Inps e il Sistema informativo integrato (Sii) gestito dall’Acquirente Unico, la banca dati con le informazioni su forniture elettriche, gas e i gestori idrici competenti per territorio.

I DATI NELLA BOLLETTA

Nella delibera viene stabilito che nella bolletta sintetica successiva al 30 giugno 2021 dovrà essere presente una comunicazione che informa il cliente che se ha diritto ai bonus sociali. Dopodiché i suoi dati personali saranno con il modello Dsu per la definizione dell’Isee saranno trattati da Arera in conformità alle indicazioni contenute nell’Informativa Privacy.

BONUS SOCIALE E REDDITO DI CITTADINANZA

Il bonus sociale automatico è destinato a tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura. Inoltre dovranno appartenere a un nucleo familiare con indicatore Isee non superiore a 8.265 euro; oppure appartengono a un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore Isee non superiore a 20mila euro. O ancora a chi fa parte di un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza. I titolari di reddito di cittadinanza hanno poi diritto al bonus luce e gas anche se l’Isee supera gli 8.265 euro, mentre possono chiedere lo sconto nella bolletta dell’acqua solo se l’Isee si colloca entro la soglia di 8.265 euro.

COME OTTENERLO

In aggiunta, uno dei componenti del nucleo familiare Isee, inoltre, deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo (o sospeso per morosità). Oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva. Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza. Per ricevere il bonus è sufficiente compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), ai fini dell’Isee.  in modo da ottenere la riduzione sulla spesa sostenuta per le forniture di energia elettrica, gas e acqua.

IL VALORE DEL BONUS SOCIALE

Il valore del bonus dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica, aggiornato annualmente dall’Autorità. Un solo componente del nucleo familiare ha diritto al bonus per ciascuna tipologia. Per l’anno 2021 lo sconto in bolletta dipenderà dal nucleo familiare:  1-2 componenti: 128 euro. 3-4 componenti: 151 euro. Oltre 5 componenti: 177 euro.
Il bonus, quindi, terrà conto al numero di componenti della famiglia anagrafica e varia a seconda della tipologia dell’agevolazione. Per tutti e tre i bonus, comunque, la durata è di 12 mesi. La cifra viene poi detratta direttamente nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

Ogni bolletta riporta una parte del bonus proporzionale al periodo cui la bolletta fa riferimento. Il bonus consentirà di garantire le agevolazioni alle oltre 2,6 milioni di famiglie aventi diritto. Si supererà il vecchio meccanismo di bonus su richiesta, che negli anni aveva di fatto limitato gli sconti solo a un terzo dei potenziali beneficiari. L’Autorità definisce anche le modalità di erogazione che dovranno essere applicate dagli operatori per garantire il riconoscimento agli aventi diritto. Così come di eventuali quote di bonus 2021 maturate nei mesi precedenti.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.