riapertura discoteche: si pensa di applicare il green pass
riapertura discoteche: si pensa di applicare il green pass

Un faro di speranza per le discoteche. Dopo una lunga chiusura, per le varie direttive da covid, sembra che si stia finalmente procedendo per la riapertura dei locali e sale da ballo.

Quale sarà la data di riapertura delle discoteche?

«Entro i primi dieci giorni di luglio le discoteche potranno aprire e penso che il criterio del green pass possa essere applicato anche alle discoteche». L’annuncio è del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

«Ho appena avuto un colloquio su questo con il ministro Speranza. Questa settimana – ha precisato – indicheremo una data in cui le discoteche potranno tornare a fare le loro attività, perché questo settore è ad oggi, rimasto l’unico senza avere una prospettiva e credo sia dovere della politica dare una risposta anche a questo»- continua il sottosegretario. Ma quali sono i criteri che bisogna adoperare per queste aperture?

Nuove direttive per la riapertura

Sicuramente bisognerà mantenere una certa distanza, ma con criterio differente a quello dell’estate scorsa. Sicuro è da considerare una differenza tra locali all’aperto e quelli al chiuso.

Ecco le parole di Andrea Costa: “Non possiamo riaprire commettendo l’errore di usare il criterio del distanziamento. La discoteca è il luogo in cui per definizione è impossibile mantenerlo. Bisogna ragionare su altri parametri, come capienza ridotta e un monitoraggio rigido. E’ impensabile che non si garantisca una tracciabilità reale di chi le frequenta. E’ il solo modo per avere ingressi in sicurezza”- continua poi dicendo- “dovrebbe essere quello della superficie. Il Cts deve valutare da un punto di vista scientifico, come ha fatto per le piscine, che per ogni persona occorrono determinati metri quadrati in discoteca, in modo da determinare in base alla superficie del locale una percentuale di capienza massima”.

Situazione discoteche nelle altre parti del mondo

Questa, per ora,  la situazione in Italia, con teorie su una riapertura ma poche certezze. Al contrario nel resto del monto sembra che la situazione discoteca sia già più certa. In molti paesi infatti sembri che si senta già un senso di sicurezza;  per cui in molti è già avvenuta la riapertura delle discoteche.

In Spagna, per esempio, le discoteche hanno aperto già il 21 giugno con un orario che oscilla tra 2 e le 3.30 del mattino. Il 20 giugno è stato il giorno del primo evento musicale Covid-free a San Marino. Nella Repubblica sono tornate a ballare circa 2.700 persone all’Area eventi Shooting club. In Germania, a Berlino si possono organizzare eventi all’aperto fino a mille partecipanti mentre al chiuso il tetto è di 250. Negli Usa tra fine maggio e gli inizi di giugno molte grandi città hanno allentato le restrizioni e riaperto le discoteche, come Los Angeles e New York City.

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.