Era stato arrestato lo scorso febbraio perchè trovato in possesso di droga. Ad ammanettarlo al Rione Traiano i carabinieri della compagnia di Bagnoli che scoprirono Luigi Sorrentino con delle cocaina addosso. L’uomo è conosciuto alle cronache per essere il genero del capoclan Mario Belluno ‘Squaglietta’, deceduto qualche anno fa.

La Corte d’Appello di Napoli (IV sezione) ha accolto le richieste difensive del legale di Sorrentino, l’esperto avvocato Antonio Rizzo, riducendo la già mite condanna intervenuta in primo grado e disponendo la revoca della misura degli arresti domiciliari. Grazie ad un’abile strategia difensiva dunque Belluno è tornato completamente libero.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.