Roghi e abbandono dei rifiuti, 20 poliziotti in arrivo a Giugliano

Un centinaio di agenti ambientali in più, disponibili dal prossimo autunno, per contrastare con maggiore efficacia i roghi tossici e gli sversamenti abusivi di rifiuti su alcuni dei territori più martoriati della provincia. La Città Metropolitana di Napoli, attraverso un bando di gara pubblicato con ogni probabilità nel mese di settembre, aumenterà per almeno 24 mesi l’organico a disposizione della Polizia Metropolitana garantendo ulteriori 50 agenti per Napoli, 20 per Giugliano e 15 ciascuno per Nola e Torre Annunziata.

A seguire il progetto è Carmine Sgambati, consigliere metropolitano delegato, che spiega: «Verrà istituita una task force, gli agenti si occuperanno di prevenire gli sversamenti dei rifiuti nei punti sensibili, i roghi tossici. Le città coinvolte –Napoli, Giugliano, Nola, Torre Annunziata – sono quelle che hanno le Procure della Repubblica. In questo modo si popola di nuovo la Polizia metropolitana, con l’organico in strada che si rinfoltisce». Nei prossimi giorni è prevista in giunta della Città Metropolitana l’approvazione della delibera che si rifà alle linee guida contenute nella delibera del consiglio metropolitano numero 184 del 27/11/2018 che tra le altre cose si pone l’obiettivo “l’incremento della qualità della vita tramite la salvaguardia dell’ambiente’’.

Nella delibera da approvare in giunta si specifica come il nuovo pacchetto di assunzioni “consentirà di ampliare le attività del Corpo di Polizia Metropolitano in favore delle attività di prevenzione e contrasto dei reati ambientali, ed in particolare al progetto di mappatura dei siti abusivi di sversamento’’. «I Comuni, che non sborseranno alunchè per questo progetto interamente finanziato dalla Città Metropolitana – conclude Sgambati – stanno accogliendo la proposta con entusiasmo».