Scissionisti di Melito, sconto di pena in appello per Rosaria Pagano

Sconto di pena in Appello per Rosaria Pagano considerata dagli inquirenti a capo degli Scissionisti (Amato-Pagano). La IV sezione penale del tribunale di Napoli (presidente Lanna) ha condannato ‘zia Rosaria’ a 15 anni di reclusione a fronte dei venti rimediati in primo grado. La donna, difesa dagli avvocati Luigi Senese ed Emilio Martino, veniva indicata dall’accusa come il capo e il promotore del sodalizio operante tra Melito e Mugnano.

La donna, moglie di Elio Amato ma soprattutto sorella di Cesare Pagano, era stata condannata nel giugno dello scorso anno dal giudice per le indagini preliminari Paola Piccirillo del Tribunale di Napoli a venti anni di reclusione all’esito del processo con rito abbreviato che la vedeva unica imputata perché la sua posizione era stata stralciata per un difetto di notifica relativa ad un procedimento più ampio. La condanna riguardava appunto l’associazione di stampo mafioso. Adesso con il nuovo giudizio in appello i legali della Pagano annunciano ricorso in Cassazione perchè non sono state riconosciute le attenuanti generiche