Coronavirus a Secondigliano, intera famiglia contagiata: donna ricoverata al Cotugno

Coronavirus, famiglia contagiata a Secondigliano
Coronavirus, famiglia contagiata a Secondigliano

Cresce la paura coronavirus a Secondigliano dove, oltre al caso scoppiato nel campo Rom, un’intera famiglia è risultata positiva al covid. Il quartiere in questi giorni è in apprensione per i due nuovi focolai esplosi. Secondo quanto riferito dal presidente della Municipalità, Moschetti, sarebbero risultati positive quattro persone: madre, padre e due figli.

La donna è attualmente ricoverata all’ospedale Cotugno, eccellenza mondiale nella cura del coronavirus, ma non sarebbe in gravi condizioni. Secondo quanto si apprende, la famiglia non avrebbe contatti con il il campo Rom interessato dai contagi dei giorni scorsi. Nessun contatto con i contagiati, ma solo una corsa in metropolitana la scorsa settimana. Potrebbe essere proprio in quel frangente che la famiglia di Secondigliano avrebbe contratto il virus, ma non c’è certezza. “Non facciamo allarmismi, ma dobbiamo comunque essere prudenti e rispettare tutte le norme sanitarie di prevenzione” ha affermato Moschetti. “La situazione coronavirus – ha aggiunto – è costantemente monitorata dai servizi competenti dell’Asl Napoli 1 ed è completamente sotto controllo. In tal senso ho richiesto un incontro con l’Asl per avere il quadro della situazione. Resta la raccomandazione all’uso della mascherina nelle attività commerciali e di ristorazione, nei locali pubblici e in tutte le occasioni dove non è possibile mantenere il distanziamento”.

Coronavirus: nel campo Rom situazione sotto controllo

Hanno dato esito negativo al coronavirus i 29 tamponi eseguiti nella giornata di ieri, nel campo nomadi di Scampia, periferia nord di Napoli. E’ quanto fa sapere la Asl Napoli 1 centro, rendendo noti i risultati dei tamponi effettuati ieri dalla equipe inviata nel campo. Erano risultati positivi, nei giorni scorsi, una ragazza di 17 anni incinta, trasferita nel Policlinico Federico II di Napoli, con due componenti della stessa famiglia e, nella serata di ieri, erano stati registrati altri 3 nuovi casi di persone contagiate dal coronavirus. In totale, stando ai dati forniti nella serata di ieri, sono 6 i positivi del campo di Scampia.

Contagio sotto controllo, le parole di De Luca

A rassicurare la cittadinanza sulla “tranquillità” nel campo Rom ci ha pensato anche il presidente Vincenzo De Luca. “La situazione è assolutamente sotto controllo – ha affermato il governatore campano, e ha aggiunto – Siamo partiti immediatamente con i tamponi, come capita per tutti i positivi che rintracciamo in relazione ai contatti più stretti avuti dalla signora. Abbiamo fatto i tamponi per il coronavirus immediatamente al marito e a uno zio che conviveva nella roulotte. Se avessimo trovato una situazione seria di contagio avremmo messo in quarantena il campo Rom per 15 giorni“.