Dalla panchina di serie A a Rocco Siffredi: lascia il calcio per il… porno

Ricordate Sem Moioli? Forse questo nome non vi dirà nulla, ma gli appassionati di calcio lo avranno visti centinaia e centinaia di volte. È stato per anni la persona più vicina a Paulo Sousa ed ha accompagnato l’attuale allenatore del Bordeaux praticamente ovunque nel corso della sua militanza sulla panchina della Fiorentina. Sam ha però deciso di lasciare il calcio ed il ruolo di collaboratore tecnico per passare al porno. Moioli affiancherà, infatti, Rocco Siffredi nella realizzazione di un nuovo progetto, di cui curerà la parte digitale.

Moioli – scrive la Gazzetta dello Sport – è sempre stato un personaggio pieno di interessi: cantante soul, esperto di videogiochi, la partnership con Ronaldo che all’Inter che gli permise di incontrate lo stesso Sousa. E ora l’ultimo progetto con il pornodivo italiano. Moioli lo affiancherà con We Are Casino, la società di sviluppo digitale e giochi online di cui è Ceo. Dovrebbe trattarsi di un gioco online, di cui stanno già girando gli spot a Budapest.

Il percorso inverso di Moioli: dai porno con Rocco Siffredi al ritorno al calcio, il casertano Dadà Iovinella svela cosa accade negli spogliatoi

Una breve ma significativa parentesi nell’Accademy di Rocco Siffredi, una stagione e dieci film, poi una svolta drastica nella vita di Davide Iovinella, classe 1993, giovane calciatore casertano. Dadà Montanta è tornato ad essere Davide Iovinella.

Continua a seguire la sua eterna passione per i calcio. Dalla Turris di Torre del Greco, dove rimane per due anni. Poi nella Caivanese del Pomigliano ed infine il ritorno a Marcianise, il suo ovile. Davide aveva tutte le carte in regola per diventare l’erede ufficiale di Rocco Siffredi. Ma il giovane di Marcianise è entrato nella scuderia dell’ attore pornografico, regista, produttore cinematografico e imprenditore italiano solo per pochi mesi. Davide Montana ha abbandonato l’Accademia di Rocco Siffredi e dopo aver debuttato in un film con Nancy Coppola e Lucia Bramieri, intervistato da Repubblica ha confessato come i calciatori danno dei nomignoli alle proprie parti intime in base alla grandezza.

“Di sesso negli spogliatoi si parla molto. Che hai fatto ieri sera, chi hai conosciuto, cose così. I calciatori sono lupi a caccia. In più c’ è quel momento lì che crea un’ intimità superiore». Quel momento lì è la doccia, dove nascono soprannomi legati al lato A, in pubblico spiegati con qualche bugia e molte omissioni. I più celebri: Nasone, Anaconda, Spadino. Ogni tanto qualcuno ne parla e fa cadere il velo”.

Poi riguardo la sua carriera da attore porno rivela: «Si guadagna bene. Anche 1.500 euro al giorno. Ho guadagnato più da attore che da calciatore, nel periodo in cui facevo le due carriere insieme»