Si spaccia per dottore e sbaglia la circoncisione, piccolo costretto all’amputazione del pene

Immagine di repertorio

Sbagliano la circoncisione e i genitori devono far amputare il pene al loro bambino. Il padre del piccolo, Ashraf Helmi, essendo la circoncisione una pratica molto comune in Africa, aveva deciso di far eseguire l’intervento a una donna che gli aveva detto di essere un medico, ma che in realtà era solo un’infermiera.

Dopo alcuni giorni dall’intervento, l’uomo si rese conto che la ferita si era infettata e che, inoltre, la fasciatura era troppo stretta. Così chiese spiegazioni alla donna che lo rassicurò dicendogli che era tutto normale. La condizione del bimbo però, come riporta anche Metro, non migliorava così il papà lo ha portato in un ospedale dove è stato necessario procedere con l’amputazione del pene per salvare la vita del neonato.

La donna è stata poi denunciata ed ora dovrà affrontare un processo.