Il 15 giugno, l’Uefa può escludere il Milan dall’Europa League per le troppe ombre su Yonghong Li. Tuttavia, come riporta il quotidiano La Repubblica, i vertici di Nyon contestano anche i conti attuali del club, non solo quelli dell’ultimo triennio di Berlusconi. Il Milan chiuderà il bilancio annuale con un passivo attorno a 90 milioni, per il quale occorrerà un aumento di capitale. Elliott ha garantito l’iscrizione al prossimo campionato e si è presentato come garante della continuità all’Uefa, che può accettare la garanzia a patto che il fondo diventi il proprietario.

Lo scenario

Se dovesse essere confermata l’esclusione dei rossoneri dall’Europa League, la Fiorentina prenderebbe il posto della squadra di Gattuso. Con l’Atalanta che salterebbe i preliminari, così come la Lazio. Tutto confermato per la Champions con Juventus, Napoli Roma ed Inter ai nastri di partenza.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.