Terremoto nella mala di Ercolano, scarcerato il boss Dantese

Terremoto nella mala vesuviana, il ras Giuseppe Dantese, indiscussa figura al vertice del clan Ascione-Papale, lascia a sorpresa il carcere dopo una lunga detenzione. Arrestato nell’ambito della maxi-operazione che nel luglio del 2016 smantellò la sua cosca, il 36enne era reduce dalla condanna a 10 anni e 8 mesi incassata in secondo grado nel novembre scorso.

Nonostante ciò i giudici della quinta sezione della Corte d’appello di Napoli, ritenendo attenuate le esigenze di custodia cautelare, hanno deciso di concedere al ras il beneficio degli arresti domiciliari. Un pronunciamento le cui conseguenze potrebbero innescare non poche fibrillazioni negli ambienti della criminalità organizzata dell’hinterland orientale di Napoli.