Padre uccide i figli gemelli di 12 anni, poi si toglie la vita: la macabra scoperta

Padre uccide i figli gemelli poi si suicida
Padre uccide i figli gemelli poi si suicida

Macabra scoperta questa mattina a Magno, comune a pochi chilometri da Lecco. Le forze dell’ordine hanno infatti trovato i corpi di due gemelli di 12 anni in un condominio. I due sarebbero stati strangolati dal padre. Sul luogo della tragedia sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Lecco e della stazione territoriale. Sono in corso indagini per stabilire quanto effettivamente accaduto. Il duplice omicidio sarebbe avvenuto in un condominio vicino alla locale funivia montana.

Il padre dei due bambini dopo aver ucciso i suoi figli si sarebbe suicidato. Il cadavere di un uomo, in corso di identificazione, è stato trovato poco distante dal condominio di Margno dove si è verificata la tragedia. Secondo le prime informazioni, a causare l’omicidio sarebbe stata la difficile separazione tra il padre e la madre. A trovare i figli morti sarebbe stata quest’ultima. La famiglia sarebbe originaria del Milanese, ma con una casa di villeggiatura a Margno.

Il padre avrebbe ucciso i due figli, maschio e femmina gemelli di 12 anni, secondo quanto è stato reso noto poco fa, per poi uccidersi, gettandosi dall’altissimo ponte della Vittoria a Maggio di Cremeno (Lecco), luogo poco lontano da dove si è consumato il duplice omicidio. Un viadotto, tra l’altro, tristemente noto in quanto negli anni teatro di innumerevoli suicidi. A trovare i corpi dei figli è stata la madre, giunta dal Milanese disperata dopo aver ricevuto un messaggio dal marito, da cui pare fosse in fase di separazione.